← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

«Il nuovo palazzo sull'Agazzana non ha nulla di bello»

Strada Provinciale 28, 38 · Besurica

Gentilissimo Direttore, Dostoevskij diceva che sarà la bellezza a salvare il mondo. La settimana scorsa ho riletto per l'ennesima volta "Roma, Napoli e Firenze" di Stendhal; lo leggo ogniqualvolta la deriva del nostro Bel Paese mi intristisce così profondamente da spingermi a cercare nel passato la parte più profonda delle nostre radici che, troppo spesso lo dimentichiamo, traggono nutrimento dalle arti e dalla bellezza. Penso alla tachicardia e alla vertigine di Stendhal dopo la visita a Santa Croce e, dal divano di casa mia, chiudendo gli occhi, volo sui Nostri monumenti sui Nostri appennini, sui mari e sulle pianure. Penso ai Nostri palazzi, alle Nostre chiese, ai Nostri quadri, alla Nostra musica, al Nostro design e ai Nostri abiti. Mi sovviene quando da bambino mia madre mi portava a vedere i giardini celati all'interno dei palazzi piacentini con visite guidate organizzate da "Italia Nostra" e capisco il perché di quel nome. Poi esco di casa per recarmi a Piacenza ma alle porta della Città, dopo Vallera, mi assale un dubbio: ma se la bellezza salverà il mondo la bruttezza lo ucciderà? E si, perché il nuovo palazzo che stanno erigendo sull'Agazzana, proprio accanto a quello che qualche anno fa fu definito "ECOMOSTRO", di bello non ha proprio nulla così come di bello c'è proprio poco nella tante opere che nell'ultimo decennio hanno rattristato la nostra Città. Allora, Sig. Direttore, chiedo un po' di spazio alla sua testata per fare una domanda ai nostri amministratori: al di la del rispetto delle normative urbanistiche che sicuramente saranno state rispettate i vari Bisotti e Cisini non sentono la responsabilità personale e professionale per il brutto che hanno avallato? Nel guardare la foto che allego non si sentono responsabili per il tradimento dei nostri valori? Ci lamentiamo spesso dell'imbarbarimento della nostra società ma cari lettori, avete mai fatto caso come nei posti ove "si respira il bello e l'arte" il barbaro che esiste in ognuno di noi diventa piccolo piccolo per sparire definitivamente davanti a terapie massicce di bellezza? E allora cari amministratori, non limitatevi a portare Guercino dentro a un museo ma pensate anche a quello che fate fuori da musei. Ve ne saremo grati tutti! Visto che la salvezza eterna non è affar nostro ascoltate Dostoevskij e dateci almeno la speranza per la salvezza terrena! Leopoldo Morandi morandipc@gmail.com Rivergaro

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • A Piacenza negli ultimi anni sono sorti condomini brutti. Molto brutti. D'accordo che "de gustibus non disputandum " ma trovo sorprendente che il loro disegno sia piacuto tanto da investirvi denaro. Beati a chi piacciono; per me è demoralizzante.

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento