← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

«Ordinanza pipì dei cani: chi deve pulire la maleducazione altrui?»

Corso Vittorio Emanuele II · Corso

Questo è tutte le mattine in centro storico. Chi vuole ritirare l' ordinanza (concordo di difficile applicazione, come tante altre emessa da questa giunta) trovi una soluzione, che non sia quella di costringere chi vi abita o lavora di pulire la maleducazione altrui.

Revoca ordinanza cani-3Revoca ordinanza cani-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • No, non è permesso dalla legge ancor prima che dai regolamenti comunali, e occorre che i responsabili (adulti) della minzione in pubblico vengano adeguatamente multati. Così come imbratta gli spazi pubblici in qualunque altro modo, disturba la quiete pubblica con rumori o odori di qualunque tipo, e così via. L'importante è fare rispettare queste regole, con sanzioni vere

  • Nulla da eccepire ma troviamo pure una soluzione per risolvere la pulizia delle "deiezioni liquide", se non sbaglio così sono citate nell'ordinanza, prodotte da vari avventori notturni, umani in questo caso, prodotte sui muri e cassonetti di via Alberoni, via Torricella, via Pozzo, via Roma, via Confalonieri ovvero quartiere Roma. Indubbio che non siano piacevoli le pipì dei quadrupedi; ancora meno piacevole è però assistere, affacciati al balcone, bipedi umani col membro in mano che in barba a quanto possa strillargli dal balcone continuano indisturbati nelle loro faccende corporali. Ma siamo nel quartiere Roma e questo è permesso!!

    • Se vuoi ti presto il fucile... da softair.. c'ho pure i pallini macchianti LOL

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento