Solstizio d'estate: tra curiosità e riti magici, quello che non tutti sanno!

In astronomia è l'esatto momento in cui il sole raggiunge il punto di declinazione massima nel suo moto apparente lungo l'eclittica

Il solstizio, in astronomia, è l'esatto momento in cui il sole raggiunge il punto di declinazione massima, o minina, nel suo moto apparente lungo l'eclittica. Ed esiste sia il solstizio d'inverno che d'estate: rispettivamente il giorno più corto e più lungo dell'anno. 

Solstizio d'estate

Quest'anno il solstizio d'estate cade il 21 giugno, e sarà il giorno con più ore di luce: circa 15. Nell'arco degli anni però, il numero di ore di luce si è ridotto a causa dell’impercettibile rallentamento della rotazione terrestre, dovuto alle forze di marea esercitate dalla Luna.

Un rallentamento che però è contrastato da fattori geologici, come lo scioglimento delle calotte polari, che danno alla Terra una lieve accelerata. E il solstizio d’estate più lungo risale al lontano 1912. 

Curiosità e riti magici

Da sempre il solstizio d'estate è un giorno di festa, nell'antichità legato anche a riti magici e pagani. Un giorno in cui ringraziare e ingraziarsi Madre Terra. E la storia racconta che i festeggiamenti erano spesso accopagnati da fuochi purificatori,  per scacciare le tenebre celebrando il 'bene'.

Come? Bruciando vecchie erbe e ballando intorno al fuoco.  Un'antica tradizone voleva anche che si bevesse la ragiuda del mattino da erba e fiori nei prati,  contro il malocchio.

Spesso i riti pagani si intrecciano con la figura di San Giovanni Battista: i festeggiamenti del Santo cadono il 24 giugno ,e i riti del solstizio vogliono che si raccolga un mazzetto porta fortuna, raccogliendo l’iperico, l’artemisia o cintura del diavolo, la ruta, la mentuccia, il prezzemolo, il rosmarino, l’aglio e anche la lavanda.

Il solstizio a Stonehenge

Ogni anno migliaia di persone si riuniscono a Stonehenge, un sito neolitico che si trova vicino ad Amesbury, nello Wiltshire, in Inghilterra per festeggiare il solstizio d'estate: in questo giorno infatti,  un raggio di sole passa attraverso il trilite (struttura in pietra) e cade sull’altare del sito archeologico inglese. Per gli antichi era il segno del 'passare' delle stagioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

  • Sbanda e finisce a ruote all'aria in mezzo alla strada

Torna su
IlPiacenza è in caricamento