Afa record, ma nei campi non manca l’acqua

Caronte si abbatte su Piacenza, ma Coldiretti rassicura sulla siccità. Ecco qualche consiglio per gli anziani che restano in città

di Kulshrax

Bollino rosso per Piacenza: in Emilia è caldo da record e la provincia è tra le più vessate. La colonnina di mercurio segna fino a 38 gradi e non c’è bisogno di tanta strumentazione per rendersi conto dell’afa. Tra oggi, domenica, e martedì Caronte imperversa sull’Emilia Romagna e chi resta in città, volente o nolente, deve prenderci confidenza.

Gli ultimi giorni di luglio, come d’altronde è piuttosto tipico della stagione,  arriva infatti il caldo vero di questa estate 2013 che tanto si è fatta attendere, tra piogge e tentennamenti delle temperature. Ora non più, i termometri registrano oltre 35 gradi in quasi tutte le città italiane e Piacenza è una di quelle in cui il caldo raggiunge le vette più alte e spesso è ancora più difficili da sopportare per via del cosiddetto effetto ‘isola di calore’ prodotto da asfalto e cemento, unito all’alto tasso di umidità relativa.

I disagi dell’afa, ormai si conoscono piuttosto bene, ma da Coldiretti arriva anche una buona notizia. Nonostante l’arrivo di Caronte non c’è per ora nessun allarme siccità nelle campagne italiane, comprese quelle emiliane. L’arrivo del caldo – spiega infatti l’Organizzazione degli imprenditori agricoli - non causerà per il momento problemi alle colture in campo, in considerazione del fatto che l’andamento anomalo della primavera e della prima parte dell’estate, caratterizzato da piogge prolungate, ha consentito di ricaricare le falde ed i bacini. Dovrebbe quindi essere per ora scongiurato il rischio della siccità estiva.

Intanto però ecco qualche consiglio, specialmente dedicato ai più anziani, per sopportare meglio la calura:
-    bere molto e mangiare soprattutto frutta e verdura, che reintegrano in modo del tutto naturale i liquidi e i sali minerali persi sudando;
-    restare in casa nelle ore più calde della giornata, chiudendo gli scuri quando batte il sole e aprendo le finestre nelle ore più fresche
-    se si posseggono i condizionatori, utilizzarli nella modalità deumidificatori e non abbassare troppo le temperature, che è bene non scendano mai sotto i 25°
-    indossare indumenti in tessuti naturali e traspiranti, meglio se di colori chiari
se si esce, indossare cappelli o bagnarsi il capo

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
IlPiacenza è in caricamento