A Cremona l'ultimo appuntamento dell'anno per la Pavidea Steeltrade

La squadra di Marini vuole chiudere in bellezza l'anno: per farlo dovrà imporsi contro l'Esperia, una squadra disperata che si giocherà le residue speranze di agganciare il treno delle altre pericolanti

Repertorio

Ultimo appuntamento del 2016 per la Pavidea Ardavolley Fiorenzuola impegnata in casa dell'Esperia Cremona. Reduce da 3 vittorie consecutive, la squadra di Marini vuole chiudere in bellezza l'anno ma per farlo dovrà imporsi a Cremona contro una squadra disperata e che contro le biancorosse si giocherà le residue speranze di agganciare il treno delle altre pericolanti.

L'Esperia, neo promossa, era partita con ben altre velleità ma causa qualche infortunio di troppo si è ritrovata sul fondo della classifica. Tante sconfitte ma quasi tutte dopo match combattuti che fanno intuire un potenziale della squadra inespresso e che dovrebbe far suonare un campanellino d'allarme nella testa di Donida e compagne. Se questa trasferta venisse affrontata senza la giusta concentrazione potrebbe rivelarsi un trabocchetto per le biancorosse di patron Bargazzi. Ottavia Boffi, classe 94 ex B1 a Lodi, è la punta di diamante delle cremonesi guidate da Coach Mauro Finali, ma anche Silvia D'Este e Giulia Miglioli entrambe classe 98, sono giocatrici da temere, capaci di marcare punti in attacco e in battuta. Dopo le ottime prestazioni tra le mura di casa contro Lecco e Normac, ci aspettiamo di vedere una Pavidea bella anche in trasferta che faccia passare un Natale sereno ai propri sostenitori !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento