menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allenatore cercasi sulla panchina del Pro. Pea, Porrini e De Paola per il dopo-Viali

E' ancora vacante la panchina del Pro Piacenza; dopo l'addio a William Viali accasato all'ambizioso Sud Tirol, il confermato direttore sportivo Riccardo Francani sta sondando il mercato degli allenatori alla ricerca della figura ideale per i rossoneri

E’ ancora vacante la panchina del Pro Piacenza; dopo l’addio a William Viali accasato all’ambizioso Sud Tirol, il confermato direttore sportivo Riccardo Francani sta sondando il mercato degli allenatori alla ricerca della figura ideale per i rossoneri. Le peculiarità del nuovo tecnico sono molto chiare e circostanziate: giovane età, voglia di mettersi in mostra e lottare per l’ennesima impresa salvezza, predisposizione al lavoro con i giovani e soprattutto capacità di adattamento con il materiale umano che la società metterà a disposizione. Il nome in cima alla lista e’ quello di Fulvio Pea, tecnico lodigiano reduce alla negativa stagione alla Cremonese; interessante anche il profilo di Giovanni Colella autore di un piccolo miracolo salvando il Renate senza passare dai play-out; affascinanti ma poco percorribili le piste di Nicola Legrottaglie e Giovanni Stroppa probabilmente fuori budget mentre per Sergio Porrini è forte il pressing del Presidente Scorsetti che ha avuto l’ex-difensore juventino come allenatore delle giovanili a Pizzighettone. Contatti anche con l’ex-tecnico di Piacenza e Pro Vercelli Maurizio Braghin mentre non convincono Guido Pagliuca (esonerato dall’Imolese) ,  Marco Tosi (ex Pro Patria) ed Egidio Notaristefano (fermo dal 2013 dopo l’interruzione del rapporto ad Alessandria). E’ probabile che alla fine si cerchi un  allenatore che abbia ben  figurato in serie D ed abbia contenute pretese economiche, con la figura di Luciano De Paola probabilmente profilo ideale per la panchina del Pro; reduce da due ottime stagioni da subentrato a Piacenza e Lecco, il tecnico calabrese è fortemente  motivato nel poter partire con la preparazione fin dall’estate. Per lui, che due stagioni  fa è retrocesso in Eccellenza con l’Alzano Cene, sarebbe il massimo ripartire con una sfida in Lega Pro alla guida di una formazione costruita senza nomi di spicco ed un investimento limitato con l’obiettivo di una ennesima complicata permanenza in serie C. Una volta definito il mister potranno partire le operazioni di mercato: quasi certamente in uscita Rantier, Alessandro, Barba e Fumagalli si cerchera’ di trattenere almeno uno tra Bini, Sall ed Aspas.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento