rotate-mobile
Altro

Piacenza baseball, Parma vince due volte al De Benedetti

In gara 1 c’è del rammarico per i biancorossi, che in gara 2 hanno provato una insperata rimonta

Brutto scossone per il Piacenza che nella prima di serie B rimedia due sconfitte in casa contro lo Junior Parma (6-4 in gara 1 e 11-8 gara 2). Anche se i due match si sono sviluppati in maniera diversa, in entrambi i biancorossi hanno creato ad un certo punto i presupposti per arrivare a ottenere qualcosa di buono ma purtroppo nei momenti decisivi ad avere la meglio è sempre stata la squadra ospite.

In gara 1 si comincia subito con, sul monte di lancio, il confronto di lusso tra il biancorosso Ezequiel Cufrè e l'ex Francesco Corsaro. Disponendo entrambi di esperienza da vendere, mantengono chiuso il match per i primi 6 innings, quelli per l'appunto che li vedono assoluti protagonisti. Gli ospiti segnano al 3° (1-0) col doppio di Valenti ma Piacenza risponde al 5° con 2 punti che sono la conseguenza dei singoli di Casana, Perez e Schiavoni (e sarebbe potuta andar meglio se sull'azione decisiva Minoia e Schiavoni non fossero eliminati rispettivamente in terza e seconda base). Al 7° scendono i partenti e, manco a dirlo, la musica cambia con subito cinque segnature in totale. Tre di marca ospite (ma a pesare ci sono due errori) e due piacentine grazie al triplo di Cufrè, il singolo di Perez ed un errore. Si entra così in dirittura finale sul 4-4 e, mentre il lineup di casa si spegne senza che i suoi ultimi undici battitori riescano a produrre una battuta valida, lo Junior trova all'ultimo assalto i punti della vittoria che li premia con un 6-4 davvero amaro per Piacenza. Una battuta d'arresto dura da digerire, indubbiamente evitabile che può avere come unica consolazione il fatto di doverla patire contro un avversario che per tutti, nella stagione, rappresenterà una minaccia.

In gara 2 il Piacenza intraprende il cammino più lungo e difficile per cercare di guadagnarsi la rivincita. Lo Junior infatti, complici errori piacentini, arriva sul 5-0 già al terzo inning. Per fortuna i biancorossi dimostrano di essere, nonostante tutto, ancora vivi e a partire dal 4° inning iniziano una rimonta che ad un certo punto ha rischiato davvero di concretizzarsi. Due punti subito (5-2) poi un altro al 6° (5-3 con doppio di Calderon) e ancora uno per parte al 7° (6-4 con punto battuto a casa da Schiavoni). La partita può quindi considerarsi riaperta anche perchè Piacenza dimostra di crederci sul serio ed esce dall'8°inning sul 7-6 (doppio di Gardenghi) lasciando in seconda base il punto del possibile pareggio. Lo scivolone che costerà la seconda delusione della giornata arriva al 9° con i 4 punti parmensi che faranno la differenza. Al cambio campo i padroni di casa hanno ancora energie per riempire le basi e ridurre il distacco ma purtroppo un errore ed il singolo a destra di Molina non bastano a completare l'impensabile recupero. Finisce 11-8 per lo Junior e per Piacenza stavolta rimane meno da recriminare visti i troppi errori in difesa.

Il bilancio di giornata ferma Piacenza al palo ma non ne ridimensiona il valore. Nonostante i colpi subiti il potenziale della squadra si è visto e la speranza è per momenti migliori. C'è da lavorare ma in questa amara giornata d'esordio non è tutto da buttare, anzi. Più che altro urge recuperare smalto perché domenica prossima bussa alle porte il derby con Codogno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza baseball, Parma vince due volte al De Benedetti

IlPiacenza è in caricamento