Copra Volley, Andrea Radici alla guida della nuova Piacenza

Ufficializzato l'arrivo del nuovo allenatore biancorosso Andrea Radici, proveniente da Città di Castello. Il presidente Guido Molinaroli: «È una scelta importante per noi»

Come annunciato dal Presidente Guido Molinaroli in occasione della conferenza stampa di presentazione di Dario Ruggieri, nuovo socio, e di Luciano Arici, nuovo sponsor, Piacenza torna sul mercato mettendo a segno l’ingaggio del nuovo allenatore. Sarà Andrea Radici a dirigere la panchina di Piacenza per la stagione 2014/2015. Radici, nato a Città di Castello nel 1966, ha sviluppato gran parte della sua carriera proprio nella città umbra dove corona numerosi successi. Il suo percorso nel mondo della pallavolo inizia vestendo i panni del secondo allenatore in Serie A2 nella stagione 1989-1990. Negli anni successivi guida tra B1 e B2 Perugia, Arezzo, Spoleto e Foligno per poi approdare definitivamente, 7 anni fa, sulla panchina di Città di Castello. La prima stagione in B1 (2007-2008) gli regala immediatamente la promozione in A2 (2008-2009) ma il salto di qualità avviene nella stagione 2012-2013 con l’accesso nella massima Serie, in A1. La stagione 2012-2013 rimarrà negli annali per la Società umbra e nella memoria dei propri tifosi: Città di Castello approda in A1 con 22 partite vinte e solo 2 sconfitte, successi che fruttano ben 65 punti in classifica distanziando di 16 lunghezze Molfetta, ferma sul secondo gradino. L’avventura nella massima serie inizia subito con un successo: la prima giornata vale il 3-1 proprio con Piacenza per poi incassare importanti vittorie come quelle con Modena e Perugia, nel girone di andata, e Verona e Macerata in quello di ritorno. Le 11 vittorie fruttano a Radici e ai suoi uomini il settimo posto nella stagione regolare e il primo accesso nella storia del Club ai PlayOff Scudetto, cammino però interrotto nei Quarti di Finale dalla Copra Elior. Andrea Radici, nella scorsa stagione, ha inoltre contribuito alla crescita di due biancorossi doc, Matteo Piano e Jacopo Massari, protagonisti indiscussi tra le fila di Città di Castello della Regular Season e dei Play Off.

«Sto attraversando un momento di grande soddisfazione personale – afferma il nuovo coach piacentino - e di immensa felicità per aver raggiunto un così importante traguardo per la mia carriera. È un onore per me poter rivestire il ruolo di allenatore di una squadra così blasonata e di rilievo come Piacenza. Sono conscio che i tre obiettivi di partenza, Supercoppa, Campionato e Champions League, sono di grande prestigio e di grande interesse per la Società. Sono altrettanto consapevole che la stagione sarà molto impegnativa sotto tutti i punti di vista ma sono pronto a mettere a completa disposizione il mio operato e spero di portare in casa biancorossa delle soddisfazioni. Piacenza è ancora sul mercato ma partiamo da una base ben solida, con campioni conformati come Zlatanov, Papi e Tencati che sicuramente sono dei punti di riferimento sia per l’ottima tecnica che sotto il punto di vista umano. Adesso resta solo da completare la rosa, andando a chiudere i ruoli mancanti; l’esperienza della società permetterà a Piacenza di mettere a segno dei colpi di mercato di alto profilo utili ad affrontare al meglio la prossima stagione, questo in primis perché Piacenza se lo merita. La soddisfazione in casa biancorossa trapela dalle parole del presidente Molinaroli. «Quella di affidare la panchina ad Andrea Radici – ha dichiarato - è una scelta importante e una grossa opportunità sia per noi che per lui. Siamo felici di questo nuovo ingresso, abbiamo fiducia in Radici visti anche i successi ottenuti nel suo percorso a Città di Castello».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento