menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assigeco: attesa per i ritorni a Piacenza di Infante e De Nicolao

Due graditi attesi ritorni quelli di Luca Infante e Francesco De Nicolao. Entrambi protagonisti con la maglia della Morpho Piacenza nel 2012 con la quale conquistarono, da matricole, una inaspettata qualificazione ai play-off per la promozione

Due graditi attesi ritorni quelli di Luca Infante e Francesco De Nicolao. Entrambi protagonisti con la maglia della Morpho Piacenza nel 2012 con la quale conquistarono, da matricole, una inaspettata qualificazione ai play-off per la promozione. Ora, a distanza di quattro stagioni, è la neonata Assigeco Piacenza a mettere nel mirino i due giocaotri che nel frattempo hanno messo le radici in Lega Due con le maglie di Biella ed Imola. Infante rappresenta il classico centro fisicamente molto forte e tatticamente imprescindibile; dotato di un buon tiro da 3 punti e di una discreta tecnica il giocatore salernitano si era distinto nella squadra, allora allenata da coach Corbani, per spirito di sacrificio e nella quantità dei blocchi e dei movimenti a favore del tiro dei compagni. Meno appariscente del compagno di ruolo Ryan Amoroso (più elegante e performante sotto canesto) e’ stato uno dei trascinatori della Morpho grazie anche alla sua esperienza in Lega Due con le maglie di Reggio Emilia, Ferrara e Brindisi (con la quale da capitano ottiene la promozione in A1) e proseguita successivamente con Veroli e Biella ottenendo anche una vittoria in Coppa di Lega. Per il ruolo di play il candidato numero 1 e’ il padovano Francesco De Nicolao reduce da due stagioni ad Imola ed una ad Omega sempre il Lega Due. Giocatore dotato di ottime qualità difensive e ben integrabile, grazie alla giovane eta’ (21 anni) nel nuovo progetto di coach Andreazza che sposa la linea verde,deve ancora crescere in termini di apporto di punto ma ormai è un giocatore pronto per la categoria e sicuramente importante nel contributo di intensità sul portatore di palla avversario e sulle palle recuperate, andando ad affiancarsi ad un big come Kenny Hasbrouck, permettendo all’ex Miami Heat di dedicarsi prevalentemente alla fase realizzativa e di costruzione del gioco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento