menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atletica, Dallavalle conquista l'argento nel salto triplo agli Europei di Tbilisi

L'atleta piacentino conquista il secondo posto agli Europei

Andrea Dallavalle sempre più campionissimo, sempre più negli annali dello sport piacentino. I Campionati Europei di Tbilisi rappresentano ora un altro meraviglioso capitolo della carriera del gioiello più splendente dell’Atletica Piacenza, nonché uno dei più grandi della storia dell’atletica leggera piacentina. La gara è il salto triplo, disciplina estremamente tecnica e di difficile esecuzione e ci sono i migliori talenti under18 di tutta Europa a sfidarsi sulla pedana dello stadio della capitale georgiana: il francese Lamou è il favorito, ma anche il rumeno Grecu e l’inglese Bright-Davies appaiono temibili in qualificazione. Sabato 16 luglio inizia la rincorsa all’impresa: la misura per qualificarsi direttamente è 15,10m. Per Andrea, capitano della delegazione azzurra, una semplice formalità,superata con un buon balzo di 15,22, eseguito in scioltezza e con sensazioni positive per il giorno seguente.

Domenica 17 luglio, la finale. La gara è fortemente condizionata da folate di vento imprevedibili che mettono in difficoltà i ragazzi, ma “Andreino” non si lascia condizionare: con autorità si piazza subito in testa con un buon salto di 15,33m, viziato dal vento contrario. Il francesino Lamou replica subito con un 15,34m, anch’esso con vento contrario. Andrea non molla e alza ulteriormente l“asticella”: 15,57m al secondo salto, ancora con un vento fastidioso ad arginare il talento biancorosso e azzurro.Al terzo salto Andrea e Martin(così si chiama il suo rivale francese) iniziano a sfoderare i colpi migliori di questo loro entusiasmante duello: l’azzurrino atterra a 15,74, record personale pur se con il vento a tarpare le ali che Andrea pare essersi messo ai piedi;Lamou controbatte con 15,84m, anche lui messo in difficoltà dalle condizioni atmosferiche. Poi il francese inizia ad allungare e arriva a 16,03m. Andrea non si arrende, ma arriva a 15,72, non sufficiente per l’oro: tuttavia con questa misura consolida il suo argento, sottraendolo definitivamente al rumeno Grecu, che ritorna all’attacco con un eccellente ultimo salto a 15,62m. Ad accompagnare il più giovane della stirpe Dallavalle nella sua avventura europea c’è Ennio Buttò, l’allenatore che ha preso Andrea quando era ancora un cadetto e l’ha portato già 6 volte sul tetto d’Italia e ora tra i migliori d’Europa: immensa la gioia per l’Atletica Piacenza, la società in cui sono cresciuti i più forti atleti piacentini degli ultimi anni e che non smette di sfornare talenti, anche per la nazionale italiana.

IMG-20160717-WA0011-2

IMG-20160717-WA0014 (1)-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento