menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baseball, Pinoia: "L'obiettivo è fare meglio dell'anno scorso"

L'intervista al capitano dell’Euroacque Baseball Pierluca Pinoia

Domenica parte il Campionato Federale di Serie C che l’Euroacque affronta per il secondo anno consecutivo dopo la rinuncia, a fine 2014, all Serie A. Una stagione che si preannuncia intensa e che i piacentini hanno già “assaggiato” con la prima fase di Coppa Italia che purtroppo li ha visti eliminati agli ottavi dal Sala Baganza. Da questo momento si farà ancora più sul serio anche se per l’esordio vero e proprio l’Euroacque dovrà aspettare altri sette giorni in quanto la prima giornata le riserva un turno di riposo. Dopo l’improvvisa rinuncia del Rajo il girone lombardo-ligure propone come avversarie dei biancorossi gli Old Rags Lodi, l’Ares Milano, il Milano 1946, il Genova ed il Sannazzaro dè Burgondi (PV). Il battesimo sul campo per i nostrri avverrà a Lodi come detto domenica prossima. Per analizzare le aspirazioni della squadra abbiamo fatto due chiacchiere con il capitano Pierluca Pinoia.

Una nuova stagione è al via…come si è preparata la squadra?

Direi bene. Abbiamo svolto lavoro di atletica, battuto in gabbia con la maggior parte della squadra sempre presente. La Coppa Italia ci è poi servita da rodaggio.

Nonostante la  giovane età, sei ritenuto dal movimento uno dei giocatori più esperti e rappresentativi, caratteristiche che ti hanno portato ad essere confermato nel ruolo di capitano della tua squadra. Come ti trovi in questo ruolo e come vedi l’affiatamento della squadra dopo queste prime uscite sul diamante?

Non è cambiato molto da prima, adesso devo parlare di più soprattutto con i nuovi arrivati ma l’obiettivo è sempre quello di creare un bel clima all’interno dello spogliatoio. Le prime uscite sono state buone anche grazie ad un gruppo di “veterani”. Senza di loro sarebbe impossibile.

La società ha investito molto sullo staff tecnico, riportando a Piacenza un volto conosciuto e rispettato come Acosta. Come lo vedi nelle vesti di manager, dopo averlo conosciuto come compagno di squadra e leader indiscusso sul monte di lancio?

Da giocatore era un esempio per tutti. Credo che lo sarà anche da manager.

Rispetto alla scorsa stagione, la rosa a disposizione del manager Acosta è stata  ringiovanita con l’aggiunta di tanti ragazzi provieniti dal vivaio della società, come vedi il loro inserimento del gruppo e quali potranno essere le loro prospettive future?

Quest’anno la rosa è particolare. Siamo in tanti di cui la maggior parte gioca insieme da tanto tempo e si conosce bene, poi c’è il gruppo dei giovani che farà la prima stagione intera in prima squadra. Ci stiamo allenando insieme già da un po’,ormai ci conosciamo tutti e non ci sono stati grossi problemi di adattamento. Per il futuro sono positivo, penso che essere riusciti a costruire un gruppo di giocatori cresciuti nelle giovanili del Piacenza sia un’ottima cosa. Addirittura sono tornati a giocare con noi giocatori che l’anno passato giocavano in altre categorie o avevano addirittura smesso.

Facce giovani e graditi ritorni, quali sono gli obbiettivi per la nuova stagione del Piacenza Baseball?

Penso che l’obiettivo sia quello di fare meglio della scorsa stagione. Conosciamo questa serie anche se ci sono alcune squadre nuove nel girone. Gli Old Rags restano la squadra da battere ma anche con le milanesi saranno delle belle sfide.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento