rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Basket

La Bakery Piacenza scivola in casa, è della Stella Azzurra gara uno

La formazione capitolina corsara al Pala Anguissola nel primo atto della sfida salvezza

BAKERY PIACENZA-STELLA AZZURRA ROMA 72-76

PARZIALI: 8-20; 27-30; 56-59.

PIACENZA: Donzelli 11, Raivio 12, Morse 19, Lucarelli 5, Czumbel 3, El Agbani n.e., Carone n.e., Chinellato 4, Bonacini 11, Sacchettini, Del Bono n.e., Venuto 7. All. Campanella.

ROMA: Innocenti 11, Marcius 21, Raspino 6, Maglietti 6, D'Ercole, Nikolic 9, Barbante n.e., Visintin 4, Menalo 4, Dambrauskas 10, Pugliatti n.e., Chiumenti 5. All. D'Arcangeli.

Al Pala Anguissola va in scena gara uno della serie playout tra la Bakery Piacenza e la Stella Azzurra Roma, e sono gli ospiti ad avere un miglior approccio facendo dell'intensità la loro arma migliore. I biancorossi hanno difficoltà a trovare ritmo in attacco, e nonostante il supporto dei tifosi gli ospiti chiudono il primo quarto in vantaggio addirittura 20-8. Nella seconda frazione oltre al solo Lucarelli anche Raivio, pur sbagliando tanto al tiro, fa incetta di punti dalla linea della carità, mentre Morse inizia a macinare canestri vicino al ferro ricucendo pian piano il distacco fino al 27-30 che manda le squadre al riposo lungo. Al rientro dagli spogliatoi la formazione capitolina realizza un break di 6-0. Piacenza questa volta però non crolla, stringe i denti e tiene duro con i canestri di Donzelli e Bonacini (40-44 al 24'). In difesa i padroni di casa non riescono a limitare un Marcius quasi perfetto (6/9 al tiro) che mantiene avanti nel punteggio gli ospiti. Si segna con il contagocce e per questo la tripla del vantaggio di Bonacini (47-46 al 27') sembra pesare come un macigno. Ma la Stella Azzurra ha la forza di non piegarsi ed, anzi, risponde colpo sul colpo compiendo il nuovo sorpasso sul parziale di 52-54, e mantenendo questo piccolo vantaggio fino alla terza sirena del match. Gli ultimi seicento secondi dell'incontro iniziano in maniera scoppiettante. Si segna da una parte e dall'altra e dopo circa due giri di orologio sono ancora i romani a condurre le danze (61-66). Nonostante la Bakery inizi a trovare con continuità la via del canestro, anche con Venuto, in difesa non riesce ad arginare gli avversari che al 35' cercano quasi l'allungo decisivo (65-72). Con l'acqua alla gola i piacentini iniziano a fermare molto spesso il cronometro sfidando Roma ai tiri liberi, ma la processione dalla linea della carità non porta i frutti sperati. Gli uomini di coach Campanella riescono comunque quasi a riprendere la partita per i capelli, con l'antisportivo fischiato agli avversari. Ma la poca lucidità di Raivio non premia i biancorossi che escono sconfitti dalla prima battaglia per la salvezza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bakery Piacenza scivola in casa, è della Stella Azzurra gara uno

IlPiacenza è in caricamento