rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Basket

Assigeco male al tiro, Ferrara domina e vince

Sin dalla palla a due i biancorossoblu hanno faticato a trovare la via del canestro

KLEB FERRARA-ASSIGECO PIACENZA 94-77

PARZIALI: 24-20; 46-34; 74-52.

FERRARA: Pacher 22, Bonanni 4, Zampini 12, Galliera 2, Manfrini, Fantoni 9, Petrovic 10, Panni, Mayfield 19, Filoni 10, Vencato 6. All. Leka.

PIACENZA: Querci 11, Seck, Bellan 2, Deri 2, Pascolo 11, Cesana 9, Guariglia 7, Sabatini 8, Galmarini 11, Devoe 16. All. Salieri.

Partita da dimenticare per l'Assigeco Piacenza, che in quel di Ferrara è stata autrice di una prestazione sotto la media. Pronti via, sono i locali che si portano subito sul 5-0. La risposta ospite è affidata ai canestri da 2 di Pascolo e Devoe, ma le percentuali basse permettono agli avversari di rimanere al comando. Sono ancora i punti dell’esterno americano e due triple di Querci a tenere incollata l’Assigeco che trova un buon apporto anche dall’ingresso di Galmarini. Sull’ennesimo errore al tiro di Sabatini però, parte il contropiede ferrarese che si conclude con la schiacciata di Pacher. Sono 11 punti per il lungo e soprattutto 11 lunghezze di vantaggio (37-26) per i padroni di casa che costringono coach Salieri al timeout al 15’. Anche Devoe raggiunge quota 11 personali al rientro in campo, ma la forbice tra le due compagini continua ad allargarsi.

Al rientro dagli spogliatoi Galmarini e Querci a segno dall’arco provano a suonare la carica per i biancorossoblu, ma di fronte c’è una squadra molto più in palla che s’invola sul 57-41 costringendo l’Assigeco ad un nuovo timeout al 24’. C’è ben poco da fare però, perché le percentuali al tiro dei viandanti crollano ad un 13/34 da 2 e 4/17 da 3 che lasciano la strada spianata al Kleb che senza voltarsi indietro raggiunge le venti lunghezze di vantaggio (64-43 al 27’). Torna a calcare il parquet, dopo aver saltato le ultime cinque partite, capitan Cesana, che segna 9 punti in 5’. Ma non è sufficiente, perché tra le fila avversarie sono ben quattro i giocatori che arrivano in doppia cifra, e l’inerzia è tutta dalla loro parte. Eppure qualcosa scuote gli ospiti, che iniziano a stringere meglio le maglie in difesa e a rosicchiare pian pianino qualche punto, sino al 79-67 al 36’. Purtroppo è solo un fuoco di paglia, perché Ferrara ha ormai la vittoria in pugno e al fischio finale può esultare per la vittoria 94-77.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assigeco male al tiro, Ferrara domina e vince

IlPiacenza è in caricamento