menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio Eccellenza, è tempo della prima amichevole per la Vigor Carpaneto 1922

Giovedì alle 17 al campo San Lazzaro di Carpaneto i ragazzi di Mantelli sfideranno il Football Club Pavia 1911. Il primo bilancio del tecnico biancazzurro e il lavoro svolto spiegato dal preparatore atletico Pablo Lischetti

Sta per avvicinarsi il momento della prima amichevole stagionale per la Vigor Carpaneto 1922, formazione piacentina che parteciperà al campionato di Eccellenza. Giovedì (11 agosto) alle 17 al campo San Lazzaro (principale) di Carpaneto la formazione allenata da Alberto Mantelli affronterà il Football Club Pavia 1911, blasonata formazione che sta attendendo di partecipare al prossimo campionato di serie D. Un test di lusso, insomma, per i biancazzurri, che affronteranno la formazione lombarda (fino all’anno scorso nei professionisti) allenata da Aimo Diana, ex giocatore di serie A con le maglie di Torino, Palermo, Sampdoria, Reggina, Parma, Brescia e Verona.

Per il Carpaneto, si tratta della prima uscita stagionale e anche del primo dei due test settimanali, contando anche quello in programma sabato alle 16 a Busseto contro il Pallavicino (Promozione).  Contro il Pavia, il biglietto avrà un costo di 5 euro, ma l’ingresso sarà gratuito per coloro che hanno già sottoscritto l’abbonamento stagionale (costo 80 euro) o che lo sottoscriveranno entro la giornata di giovedì (compreso).

La Vigor è al lavoro dal primo agosto. Nuovo allenatore, tanti giocatori arrivati in estate per un gruppo e una squadra da costruire. Al timone c’è il tecnico parmigiano Alberto Mantelli, reduce dal ciclo a Fiorenzuola e che ora traccia il bilancio della prima settimana abbondante di preparazione. “Il gruppo è serio e lavora bene – spiega Mantelli – anche se i frutti si vedranno nel tempo, essendo un gruppo nuovo. In questi primi giorni abbiamo provato a impostare il 4-3-1-2, la squadra mi sembra adatta a questo modulo, anche se la risposta la darà il campo: un allenatore deve essere bravo a capire se è la strada giusta o se servono correttivi. Per il test contro il Pavia l’obiettivo è vedere sul campo qualcosa di ciò che abbiamo provato in questi primi giorni di allenamento; l’avversario forte aiuta anche a far vedere i tuoi punti deboli sui quali lavorare”. Nell’amichevole di giovedì non ci sarà il giovane centrocampista Riccardo Ziliani (1998), fermato dalla pubalgia, mentre è in dubbio l’attaccante Andrea Lucci (dolore alle costole).

Sul versante fisico, invece, a impostare e monitorare il lavoro è il nuovo preparatore atletico Pablo Lischetti. “Dal 2 agosto a oggi (martedì) – spiega Lischetti – abbiamo svolto doppie sedute di allenamento, con il mattino dedicato in prevalenza alla parte fisica e il pomeriggio a carattere tecnico-tattico. Il lavoro mattutino è sempre stato suddiviso tra forza funzionale e lavori metabolici specifici nella parte finale della seduta. La squadra ha mostrato una condizione positiva di partenza e monitoriamo tutti gli atleti attraverso i Gps, con dati oggettivi sulla condizione attuale che rappresentano un supporto valido per la programmazione del lavoro”. Quindi spiega la marcia di avvicinamento ai primi impegni ufficiali. “Cercheremo di fare un adattamento generale al modello prestativo del calcio, provando poi a intensificare il tutto in vista delle prime partite. Nel complesso, l’obiettivo è avere una condizione ottimale nell’arco dell’intera stagione, senza picchi particolari, ma con una costanza di rendimento fisico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento