menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della partita Fiorenzuola - Lentigione (foto: Us Fiorenzuola)

Un momento della partita Fiorenzuola - Lentigione (foto: Us Fiorenzuola)

Calcio, Fiorenzuola: domenica 16 ottobre in trasferta contro il Delta Rovigo

Il sorprendente risultato di domenica scorsa ha dato una forte iniezione di fiducia ed entusiasmo in tutto l'ambiente fiorenzuolano

Il sorprendente risultato di domenica scorsa ha dato una forte iniezione di fiducia ed entusiasmo in tutto l’ambiente fiorenzuolano. Non è mai facile sovvertire i pronostici, soprattutto quando sei una squadra molto giovane e di fronte hai una corazzata come il Lentigione, costruita per vincere il campionato, con una rosa di giocatori esperti ed alcuni elementi d’altra categoria.

Eppure i ragazzi di Mister Salmi hanno giocato senza timore reverenziale, a viso aperto, mettendoci l’anima e non mollando sino alla fine. La difesa ha saputo imbrigliare un attacco che sino a domenica ha viaggiato su una media di due gol a  partita. Il centrocampo ha saputo chiudere gli spazi in modo ordinato ed impostare la manovra con autorità, soprattutto grazie all’esordio di Matteo Arati, che ha rappresentato la seconda piacevole sorpresa della giornata. Ci si è subito resi conto che Arati è la pedina fondamentale che mancava al centrocampo rossonero e le sue giocate hanno incantato il Comunale. Così come la prestazione dell’attacco: generoso e cinico, bravo ad incunearsi tra le maglie della difesa reggiana ed assestare il colpo del ko ad inizio ripresa.

Un plauso particolare è riservato ancora una volta ad Alessandro Vagge. Arrivato in prestito quest’estate dal Feralpi Salò, si è conquistato presto la fiducia di tutto l’ambiente, facendo veri e propri miracoli con la maglia numero 1. In più occasioni, le sue parate sono risultate decisive ed  hanno salvato il risultato, negando gol che sembravano già scritti.

Nonostante il quarto posto in classifica ed i soli 3 punti di distacco dalla vetta, la parola d’ordine a Fiorenzuola è restare coi piedi per terra, rimanere umili e ricordare che l’obiettivo stagionale è la salvezza. Domenica Petrelli e compagni andranno a far visita al Delta Rovigo, squadra ostica e difficile da affrontare soprattutto tra le mura amiche, dove nelle tre partite disputate sino ad oggi ha raccolto due vittorie ed un pareggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento