rotate-mobile
Calcio

Besurica Women, dai 'conti in rosso' alla partnership col Piace

Tanti sacrifici economici, fatti però con passione pur di non togliere il sogno di giocare a calcio alle bambine

Sta finendo la prima stagione della Besurica Women, società nata a luglio 2022 con coraggio, passione e voglia di fare. Un progetto che ha permesso ad un centinaio di ragazze di Piacenza e provincia di continuare a giocare a calcio. Con tanti sacrifici, anche e soprattutto economici, la società si è fatto carico di tutto portando avanti questa avventura che nessuno voleva intraprendere. Nonostante il contributo dei genitori e l’aiuto dei dirigenti, in special modo al pagamento degli autobus necessari alle numerose trasferte, la proprietà c'ha rimesso, e dopo dodici mesi di attività il conto economico indica con un segno negativo circa 10 mila euro.

Le spese sono insostenibili se non si hanno sponsor che contribuiscono in modo sostanzioso, e sponsorizzare una squadra femminile sembra purtroppo non avere lo stesso appeal di una squadra maschile. Nei mesi scorsi però, grazie all'interessamento di Francesco Fiorani, direttore generale del Piacenza, è nata una partnership per far crescere sempre di più il movimento del calcio femminile, un settore che la città non aveva mai avuto. Da qui l'idea di un open day, che permettesse di avere formazioni dalla categoria pulcine alla prima squadra. Con pochi soldi ma tanta passione, con l'unico grande obiettivo di non togliere il sogno di giocare a calcio alle bambine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Besurica Women, dai 'conti in rosso' alla partnership col Piace

IlPiacenza è in caricamento