rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Calcio

Rabbi si fa parare un rigore, per il Piacenza solo un pari

Pareggio a reti bianche tra i biancorossi ed il Giana Erminio che nel finale di gara ci ha creduto di più rispetto agli uomini di mister Scazzola

GIANA ERMINIO- PIACENZA 0-0

GIANA ERMINIO: Zanellati, Perico, Bonalumi, Magli, Colombini, Cazzola, Panatti (81' Perna), Ferrari, Vono, Corti A. (81' Corti N.), D’Ausilio (67' Tremolada). A disp. Reggiani, Casagrande, Carminati, Piazza, Acella, Magri, Caferri, Toure. All. Contini.

PIACENZA: Tintori, Parisi, Nava, Marchi, Giordano, Munari (46' Rossi), Castiglia, Suljic, Gonzi, Raicevic, Rabbi (75' Lamesta). A disp. Pratelli, Tortora, Rillo, Tafa, Dubickas, Bobb, Marino, Armini, Ruiz. All. Scazzola.

ARBITRO: Petrella di Viterbo.

Squadra che vince non si cambia, e allora il Piacenza di mister Scazzola scende in campo allo stadio di Gorgonzola con dieci uomini della vittoria di una settimana fa contro il Sudtirol. Unico cambio Raicevic per Dubickas, necessario per via di un mezzo acciacco del lituano. Pronti via, la gara è subito vivace e regala diverse occasioni da ambo le parti. Poco prima del quarto d'ora di gioco, i padroni di casa escono bene dalla propria metà campo e il pallone arriva sulla sinistra a D'Ausilio. L'esterno punta e dribbla Parisi, entra in area e impegna Tintori bravo a non farsi sorprendere. Le squadre giocano a viso aperto ma di vere occasioni da gol se ne contano poche. E' ancora il Giana Erminio al 34' a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un calcio piazzato. D'Ausilio riesce ad arpionare il pallone sul secondo palo, ma il suo tiro finisce sull'esterno della rete. Al 43' la più ghiotta chance dell'intera partita per il Piacenza, con Raicevic bravo ad involarsi verso la porta e a farsi atterrare da Zanellati. Per l'arbitro è rigore e s'incarica della battuta Rabbi. Purtroppo a vincere il duello degli undici metri è il portiere Zanellati che indovina l'angolo e respinge il tiro. La prima azione della ripresa accade al 55', quando Rabbi si fa trovare puntuale in area sul cross dalla destra, ma la sua girata al volo termina troppo alta sulla traversa. Intorno al 60' il Giana Erminio reclama un rigore che l'arbitro però non concede. I locali alzano il proprio baricentro e iniziano a mettere un po' di pressione al Piacenza che spesso per liberarsi del pallone tenta qualche conclusione dalla distanza, il più delle volte sbilenche. Al 68' pericolo per i biancorossi con il tiro-cross del neo entrato Tremolada che colpisce l'incrocio dei pali. Il pallone a centro area viene poi respinto e spazzato via dalla retroguardia dei lupi. La gara stagna soprattutto a centrocampo e di conseguenza non si annoverano occasioni importanti per entrambe le squadre. All'85' il neo entrato Corti prova a scappare e a entrare in area, inseguito da due difensori rientra e prova a calciare ma Tintori è attento e blocca. Il Giana Erminio ci crede di più e si porta in attacco alla ricerca del gol che potrebbe valere i tre punti, ma il triplice fischio dell'arbitro decreta il pareggio a reti bianche.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rabbi si fa parare un rigore, per il Piacenza solo un pari

IlPiacenza è in caricamento