rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Calcio

A Novara solo un punto per il Piacenza

La rete di Nava stappa una partita dalle mille emozioni, tante occasioni e diversi episodi

NOVARA-PIACENZA 1-1

NOVARA: Pissardo, Urso, Benalouane, Bonaccorsi, Goncalves (62' Khailoti), Masini, Marginean, Ranieri (71' Rocca), Galuppini (81' Gonzalez), Tavernelli (71' Buric), Bortolussi. A disp. Menagaldo, Koco, Di Munno, Peli, Diop, Calcagni, Amoabeng. All. Cevoli.

PIACENZA: Rinaldi, Nava, Cosenza, Masetti (73' Frosinini), Gonzi, Suljic, Nelli (66' Palazzolo), Persia Rizza (85' Capoferri), Rossetti (46' Munari), Morra (73' Cesarini). A disp. Tintori, Vivenzio, Pezzola, Lamesta, Vianni, Conti, Onisa, Biancheri. All. Scazzola.

ARBITRO: Vingo di Pisa.

RETI: 30' Nava (P), 32' Bortolussi (N).

Dopo le tante voci riguardanti la vendita della società, per il Piacenza torna a parlare solo il campo così come chiesto anche alla vigilia del match odierno da parte del ds Luca Matteassi. I biancorossi sono scesi sul terreno di gioco dello stadio Piola di Novara consapevoli della necessità di guardare poco agli avversari ma di concentrarsi unicamente su se stessi e sul risultato. E l'inizio di gara vede i lupi di mister Scazzola piuttosto aggressivi: meno di un minuto per il primo corner; al 15' la prima occasione con Gonzi che dalle retrovie non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. In difesa gli ospiti chiudono bene ogni spiraglio, con la complicità di un Novara un po' piatto, anche se Cosenza rimedia subito il cartellino giallo. Poco prima del 20' è ancora il Piace ad arrivare al tiro con Rizza, lanciato in contropiede che da posizione defilata incrocia bene ma Pissardo blocca. Così come blocca Rinaldi al 23' quando Galuppini calcia dal limite dell'area dopo aver tagliato la difesa in recupero. Alla mezz'ora i biancorossi trovano il meritato vantaggio con Nava, che incorna da calcio d'angolo con il portiere avversario che può solo vedere il pallone infilarsi in rete. Il vantaggio però dura poco, perché Galuppini fa passare un pallone per Bortolussi che scappa a Cosenza e infila in uscita Rinaldi. La gara si complica ulteriormente per il Piacenza quando al 35' Persia viene espulso per un calcione gratuito rifilato a Masini. Con l'uomo in più ci provano subito i padroni di casa, che arrivano in area e con Marginean vanno al tiro sul quale Rinaldi si esalta con una parata in due tempi. La gara cresce di colpi, il tempo del cambio di campo con Rizza che salta due uomini, si porta sul fondo e crossa arretrato per Suljic che a botta sicura si è visto negare il gol dall'intervento sulla linea di Pissardo. Da un lato all'altro, prima Galuppini e poi Bortolussi sfiorano il raddoppio per il Novara non trovando la mira giusta. Rinaldi deve poi bloccare la conclusione di Masini. Ultima occasione nel recupero, con il tiro di Bortolussi messo in angolo dall'estremo difensore biancorosso.

Secondo tempo

Alla ripresa delle ostilità si rivede subito avanti il Piacenza, che con l'ingresso di Munari per Rossetti si ridisegna sul rettangolo di gioco. Gonzi in un'azione insistita crossa dalla destra, la palla attraversa tutta l'area per l'accorrente Munari che calcia di prima: il tiro diventa un'assist per Morra che indirizza verso la porta, pronta risposta di Pissardo. Attaccante del Piace che pur tirando poco verso la porta, è stato tra i migliori della sua squadra per impegno, senso della posizione e capacità di leggere le varie situazioni. Al 54' l'occasione per il Novara con Tavernelli che fa la barba al palo col tiro dalla distanza. Al 58' si ristabilisce la parità con Benalouane che colpisce al volto Cosenza davanti all'arbitro che estrae immediatamente il cartellino rosso. Sullo sviluppo del corner comunque, Galuppini impegna Rinaldi che mette ancora in corner. Al 64' la replica di Masetti, che svetta più in alto di tutti e va poco lontano dal palo. Al 70' pericolo nell'area di rigore degli ospiti, con una palla che viene liberata dalla difesa dall'area piccola. Il Piacenza dal canto suo, con la stanchezza e qualche sostituzione, gioca di ripartenza provando a sorprendere la retroguardia avversaria che però è sempre attenta. I 5' di recupero iniziano con l'espulsione di un componente della panchina ospite. Con Cesarini al posto di Morra, il Piacenza gioca palla a terra piuttosto che affidarsi ai lanci lunghi. L'ultima occasione al 95' capita sui piedi di Gonzi, che s'inserisce bene in area e calcia di prima intenzione trovando però la risposta di Pissardo che blocca in due tempi. I biancorossi tornano così da Novara con un punto in tasca, ma rimangono ultimi in classifica. E mercoledì li attende il turno infrasettimanale allo stadio Garilli contro la Triestina penultima, che ha solo due punti in più.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Novara solo un punto per il Piacenza

IlPiacenza è in caricamento