rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Calcio

L'Arzignano la ribalta, Piace a bocca asciutta

Morra la sblocca, poi tanti errori senza inquadrare neppure la porta

PIACENZA-ARZIGNANO 1-2

PIACENZA: Rinaldi, Accardi, Cosenza (72' Plescia), Nava, Munari, Palazzolo (66' Luppi), Suljic, Chierico (46' Giorno), Gonzi (79' Zunno), Cesarini (72' Parisi), Morra. A disp. Tintori, Reclaf, Vianni, Capoferri, Onisa, Masetti. All. Curioni.

ARZIGNANO: Saio, Lattanzio, Molnar, Piana, Davi, Cester (62' Belcastro), Casini, Antoniazzi (90' Tardivo), Barba (62' Nchama), Grandolfo (86' Lunghi), Parigi. A disp. Pigozzo, Bordo, Gemignani, Nannini, Grosso, Tremolada. All. Bianchini.

ARBITRO: Vogliacco di Bari.

RETI: 5' Morra (P), 20' rig. Grandolfo (A), 45' Antoniazzi (A).

Il Piacenza ritorna a giocare allo stadio Garilli dopo la sosta natalizia, ed ospita l'Arzignano. Squadra che vince non si cambia, e dopo aver preso lo scalpo del Feralpisalò una settimana fa, scende sul terreno di gioco con il solo Gonzi al posto di Rizza. In panchina il neo arrivato Luppi, con fiducia riposta ancora nella coppia composta da Cesarini e Morra in attacco. Squalificato mister Scazzola, a dirigere la squadra da bordocampo c'è il vice Curioni.

Primo tempo

Pronti via, la gara sembra subito vivace, con entrambe le formazioni che provano ad offendere facendosi vedere nella rispettiva area di rigore. Al primo affondo passa però il Piace. Contropiede di Munari che parte dalla propria metà campo, tenta un capovolgimento mettendo un pallone che è però lungo, Morra ci crede, lo raccoglie sulla linea di fondo, affronta e salta il suo avversario, e arrivato a tu per tu con Saio lo fredda per il vantaggio dei lupi. La risposta dell'Arzignano non tarda ad arrivare, giusto un aio di minuti e passaggio filtrante per Grandolfo che in area piccola si vede respingere la conclusione da un difensore in scivolata. Le squadre giocano bene, veloci, e al 20' un tocco di mano di Cosenza in area procura il penalty per gli ospiti. Si incarica della battuta Grandolfo che, con Rinaldi che indovina il lato, gonfia la rete per l'1-1. Proprio come per il vantaggio biancorosso, la replica non tarda ad arrivare. Sugli sviluppi del primo corner i padroni di casa reclamano per una devizione di braccio, ma in questa occasione l'arbitro non concede il rigore. Al 28', dopo una manovra avvolgente del Piace, Gonzi tenta la conclusione dalla distanza che il portiere tuffandosi a terra respinge in angolo. Una palla persa da Palazzolo a centrocampo permette agli avversari di avviare un contropiede, ci mette una pezza Nava che devia la conclusione davanti al portiere. Doppia chance per il Piacenza da calcio d'angolo: prima il tiro da fuori area di Munari è deviato dalla difesa, poi l'incornata di Nava si alza a campanile e Saio è costretto ad intervenire nel sette. Al 45' l'Arzignano la ribalta con Antoniazzi: il suo colpo di testa a centro area è di facile lettura per Rinaldi che però interviene forse con troppa sufficienza e non riesce a trattenere la sfera.

Secondo tempo

calcio_piacenza_spogliatoi_2023

Al rientro sul terreno di gioco, il Piacenza sostituisce Chierico con Giorno, e si riversa in attacco alla ricerca della rete del pareggio. Al 53' i biancorossi affondano sulla sinistra, cross rasoterra ed arretrato sul quale arriva Suljic che calcia però altissimo sopra la traversa. Al 62' occasionissima per Morra. L'attaccante di casa si ritrova tutto solo a colpire di testa in area piccola, su cross di Gonzi, ma incredibilmente mette a lato. Si dispera lui stesso per l'errore, ma il punteggio rimane 1-2 per gli ospiti. La panchina allora opta per l'esordio di Luppi, che rileva Palazzolo, passando così ad un 3-4-3. Ci prova ancora Gonzi, che entra in area e da posizione defilata calcia: s'immola un difensore. Cambia ancora volto il Piace quando entrano Plescia e Parisi per Cosenza e Cesarini, ma al 74' la girata di Morra su cross di Giorno non centra lo specchio della porta. Lo stesso Giorno calcia poi dalla distanza, para il portiere sulla sua sinistra. Al 79' i biancorossi tentano il tutto per tutto con Zunno che sostituisce Gonzi. All'83' arriva al tiro di nuovo Giorno, che raccoglie un rinvio della difesa. La conclusione è però ancora alta sopra la traversa. Più che il Piacenza a trovare il pareggio, è l'Arzignano ad andare vicino al terzo gol all'89', quando gli ospiti riescono a prendere d'infilata la difesa piacentina e mettere Parigi davanti a Rinaldi: la sua deviazione finisce fortunatamente a lato. L'ultima conclusione è di Parisi, che dal limite dell'area calcia per l'ennesima volta alto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arzignano la ribalta, Piace a bocca asciutta

IlPiacenza è in caricamento