rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Calcio

Piacenza-Fiorenzuola, il lesto Giani decide il derby

Partita non esaltante con poche azioni vere da gol. I biancorossi hanno spinto di più, colpendo anche due legni, ma i rossoneri l'hanno vinta su una disattenzione difensiva

PIACENZA-FIORENZUOLA 0-1 (p.t. 0-1)

PIACENZA: Tintori, Parisi, Nava, Tafa (67' Rillo), Giordano (67' Lamesta), Munari (67' Marchi), Castiglia, Suljic, Gonzi, Cesarini (75' Rabbi), Dubickas (46' Raicevic). A disp. Pratelli, Vivenzio, Cosenza, Bobb, Marino, Armini, Rossi. All. Scazzola.

FIORENZUOLA: Battaiola, Danovaro, Potop, Cavalli, Guglieri, Stronati, Nelli (61' Fiorini), Oneto (67' Piccinini), Giani (54' Mamona), Mastroianni, Sartore (61' Bruschi). A disp. Burigana, Dimarco, Ghisolfi, Zunno, Gerace, Arrondini, Varoli, Fracassini. All. Tabbiani.

ARBITRO: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna.

RETE: 24' Giani.

Allo stadio Garilli, dinanzi a 2132 spettatori, va in scena il derby tra Piacenza e Fiorenzuola. Entrambi gli allenatori apportano modifiche alla propria formazione. Scazzola fa riposare Rabbi e gli preferisce Dubickas davanti insieme a Cesarini. Tabbiani schiera Mastroianni punta centrale e sulle ali Sartore e Giani, ed è proprio quest'ultimo che decide la partita

Primo tempo

Pronti via, è subito il Piacenza che si fa vedere dalle parti di Battaiola con Dubickas che non riesce a calciare bene. 2' minuti dopo, su un cross dalla parte opposta, Parisi da posizione defilata calcia oltre la traversa. Se i padroni di casa spingono sull'acceleratore ogni volta che possono, il Fiorenzuola prova a fare possesso palla, spesso ripartendo anche dalla difesa. Le uniche volte che Tintori è chiamato all'intervento, è in uscita sulle sventagliate dalla trequarti. Al 14' Dubickas addomestica il pallone sulla sinistra e si accentra prima di scaricare per Cesarini che poco dentro l'area apre troppo il piattone calciando fuori. La partita non manca comunque di qualche contrasto duro, con Mastroianni da una parte e Suljic dall'altra che si prendono i primi gialli. Al 24' la partita si sblocca. Lancio lungo per gli ospiti con Giordano e Tintori che si guardano senza intervenire. E' più lesto Giani che allunga il piede e devia il pallone che s'infila lemme lemme in rete per lo 0-1. La reazione dei lupi è affidata ad un destro di Munari, su un traversone liberato dalla difesa, che però termina di molto fuori misura. Lo stesso esterno, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, si ripete poco dopo (32') con soltanto l'incrocio dei pali che gli nega la gioia del gol. Gli uomini di mister Scazzola continuano a spingere con Gonzi che si libera bene sulla fascia e crossa al centro. Dubickas svirgola, Cesarini si ritrova il pallone davanti ma cincischia, e alla fine la difesa calcia il pallone lontano. Ancora il numero 26 biancorosso infiamma sulla sinistra, Munari arriva di testa sul suo traversone ma Battaiola guarda la palla che termina piano piano fuori.

Secondo tempo

Mister Scazzola provvede alla prima sostituzione con Raicevic che rileva Dubickas. Dopo 3' sono gli ospiti che si rendono pericolosi con Mastroianni. L'attaccante prova un tiro d'esterno che Tintori prima respinge e poi blocca. Ancora il numero 44 rossonero calcia verso la porta, ma il suo tiro strozzato da un difensore è facile preda del portiere. Al 53' si vede anche il Piacenza. Cesarini riceve palla sulla trequarti, si gira e calcia. Il tiro è debole e Battaiola non ha difficoltà a far suo il pallone. Al 57' i biancorossi costruiscono da dietro, arrivando a lanciare ancora Gonzi sulla sinistra. Sul suo cross il pallone viene appoggiato dietro a Parisi che dal limite dell'area calcia alto. Il Piacenza torna a spingere e crea altre due ottime occasioni. Prima Raicevic non riesce ad arrivare di testa per questione di centimetri su un traversone forte e teso dalla destra. Poi Munari riesce ad entrare in area e da posizione poco defilata calcia oltre la traversa. Intorno al ventesimo della ripresa i lupi si lanciano in contropiede, Raicevic apre per Cesarini che poi prova a cambiare lato consegnando però palla a Battaiola. Dall'altro lato, Stronati si rende artefice di una azione personale molto bella, rovinata però da un tiro senza senso. E' sempre la punta numero 39 dei lupi che poco prima della mezz'ora conduce un contropiede in superiorità numerica, ma l'offensiva è gettata alle ortiche visto che la sua apertura è anticipata dalla difesa. Altra occasione biancorossa al 32', quando Lamestra rientra sul sinistro ma calcia ancora troppo alto. Il Fiorenzuola difensivamente si dimostra poco preciso, a tratti ingenuo, come quando Castiglia in area riesce ad incuniarsi e a saltare anche Battaiola perdendo però l'equilibrio al momento di calciare colpendo forse anche il palo. Dopo tanto soffrire, arroccandosi in difesa, si rivede anche il Fiorenzuola, che al 39' va al tiro con Piccinini che però non inquadra lo specchio. Il Piacenza tenta di mettere all'angolo gli avversari, ma di azioni concrete per pareggiare non ne crea e al fischio finale sono gli ospiti a festeggiare per i tre punti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza-Fiorenzuola, il lesto Giani decide il derby

IlPiacenza è in caricamento