rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio

Coppa Italia, Piacenza eliminato ai calci di rigore

I biancorossi concludono poco contro il Progresso, poi sbagliano tre penalty su quattro

Progresso-Piacenza 3-1 dcr

Progresso: Cheli, Grandini, Baccolini, Cocchi M., Hasanaj, Busi, Ghebreselassie, Corzani, Di Piedi, Selleri, Rossi. A disp. Gelati, Biguzzi, Ferraresi, Panzacchi, Mele, Georgiev, Cocchi S., Matta, Barbieri. All. Vullo.

Piacenza: Maianti, Cabella (62' Gandolfi), Tortelli, Baudouin, Berton, Gerbaudo (72' Bachini), Russo, Artioli (62' Chiricosta), Zini (72' Mantegazza), Hrom, Kernezo (86' Ndoye). A disp. Galletti, Canale, Del Dotto, Bassanini. All. Maccarone.

Arbitro: Hamza El Amil di Nichelino (TO).

Dopo l'esordio vittorioso in campionato, il Piacenza scende in campo a Castel Maggiore contro il Progresso per il turno preliminare di Coppa Italia di serie D, partita che si sarebbe dovuta giocare lo scorso agosto. Il rinvio è stato necessario per via delle sentenze del Consiglio di Stato, che hanno a cascata permesso il ripescaggio nella massima categoria dei dilettanti della formazione bolognese. Mister Massimo Maccarone sceglie di fare un ampio turnover con tutti e undici titolari diversi rispetto alla gara di domenica, pur schierandosi col consueto 4-3-3. A centrocampo si vedono sia Artioli che Gerbaudo, squalificati contro la Virtus Ciserano, ma i più pimpanti sono sicuramente Zini e Kernezo che provano in più di un'occasione a sfondare per vie esterne. Se i biancorossi provano a restare fedeli al loro modo di giocare, senza però mai davvero andare vicini alla rete del vantaggio, più confusionari sono gli attacchi del Progresso che inquadra la porta in una sola circostanza, quando proprio ad inizio gara colpisce la traversa su punizione complice una deviazione della barriera.

Dopo l'intervallo, la partita riprende sullo 0-0. Il Piacenza sembra iniziare nuovamente con il piglio giusto, sempre attaccando sulle fasce. Di azioni evidenti però, non ve ne sono, e forse c'è da rimpiangere le opportunità di Hrom nel primo tempo quando è stato anticipato per un soffio a centro area. Con il passare dei minuti cresce il Progresso, che si fa sempre più pericoloso anche se Maianti non è chiamato a nessuna parata decisiva. Brava in queste circostanze la retroguardia biancorossa a liberare. Inizia anche la girandola dei cambi, e questo più che portare forze fresche fa sì che il gioco diventi ancor più spezzettato e confusionario. Si arriva così all'86' senza che ci siano state grandi occasioni, e allora Maccarone decide di giocarsi per il finale la carta Ndoye. Il protagonista della vittoria di domenica a Ciserano prova a ravvivare l'attacco, e nel primo minuto di recupero la sua girata in area è respinta in corner dal portiere. Con il punteggio bloccato a reti inviolate, la partita si trascina ai calci di rigore.

Sequenza rigori: Barbieri (PR) gol, Ndoye (PI) gol, Rossi (PR) gol, Russo (PI) fuori, Matta (PR) gol, Chiricosta (PI) fuori, Busi (PR) parato, Hrom (PI) parato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia, Piacenza eliminato ai calci di rigore

IlPiacenza è in caricamento