Copra Elior, troppi errori. Al Palabanca vince il Vibo Valentia: 3-2

Brutta prestazione casalinga per il Copra Elior, che perde un altro scontro diretto per la zona Champions League con il rinnovato Vibo Valentia che piega in 5 set i biancorossi per 3-2

Il Copra Elior in campo (repertorio/Pochileo)

Brutta prestazione casalinga per il Copra Elior, che perde un altro scontro diretto per la zona Champions League con il rinnovato Vibo Valentia. La squadra allenata da Gianlorenzo Blengini si è infatti presentata notevolmente rinforzata dal mercato estivo, e nonostante debba fare a meno del nuovo acquisto, l’egiziano Mohamed Badawi, piega in 5 set i biancorossi per 3-2.  Piacenza, recuperato Papi in extremis, deve invece fare a meno del palleggiatore De Cecco, alla prese con un infortunio agli addominali. La partita inizia in modo equilibrato, con le due compagini che si affrontano subito senza esclusione di colpi, commettendo forse qualche errore di troppo. L’uomo in più di Piacenza è Alessandro Fei, che mette a segno sin dall’inizio punti pesanti in attacco e a muro, supportato dalle belle alzate di Corvetta. A metà del primo set il Copra Elior inizia a ridurre gli errori portandosi in vantaggio per 19-13, complice anche la buona prestazione del capitano Hristo Zlatanov; unica nota negativa di questo inizio set il rendimento non troppo brillante dello schiacciatore Papi, evidentemente non ancora al massimo della forma dopo il problema alla schiena delle scorse settimane.  Ma i ragazzi di coach Blengini non si lasciano scoraggiare e recuperano 4 punti consecutivi, anche se la rimonta viene presto arrestata da uno splendido primo tempo di Holt. Il set diviene poi a senso unico, e termina sul risultato di 25-20 grazie a un preciso pallonetto, che prende alla sprovvista la difesa avversaria, di Samuele Papi. 

Il secondo set riprende all’insegna degli errori di Piacenza. Dopo i primi punti equilibrati, i ragazzi guidati da coach Monti iniziano a commettere qualche errore e si ritrovano sotto per 6-9, non certo aiutati dalle tante sviste della coppia arbitrale. Ma dopo il time-out Il Copra Elior si riprende e raggiunge Vibo Valentia sul punteggio di 12-12, grazie alla grinta infusa da Papi ai compagni, che si prende carico della squadra segnando punti fondamentali. Ma proprio sul finale di set rinizia la sequenza di passi falsi di Piacenza, che va così a mettere a repentaglio gli sforzi fatti in precedenza. Vibo Valentia ora è in partita e a rendergli la vita facile le continue disattenzioni della compagine piacentina. Uno splendido attacco di Urnaut chiude il set sul 22-25.  Sempre le stesse le formazioni che scendono in campo nel terzo parziale, ma Vibo Valentia ha alzato i ritmi,  e ora per i ragazzi di Luca Monti la partita si sta complicando parecchio, complice il fatto di non saper ridurre i tanti errori del set precedente. La partita procede punto a punto, e un’ottima azione coronata da Tencati porta il Copra Elior in vantaggio al primo time-out tecnico. Nonostante il drastico calo di rendimento di Zlatanov, i biancorossi riescono a mantenere il set sui giusti binari e trascinati da “Fox” Fei si portano a 6 lunghezze di vantaggio sui rivali, vantaggio che rimane fino alla conclusione del set, che termina sul 25-18 grazie a un facile muro messo a segno da Tencati.

Nel quarto set cambia radicalmente la mentalità piacentina, che si porta subito sul 6-1. La squadra di Gianlorenzo Blengini sembra stanca, commette numerosi errori che non gli permettono di agganciare gli avversari.  Ma Vibo Valentia è ancora in gara, e sfruttando i brutti errori del Copra Elior si riporta sul 16-15, a un solo punto dal pareggio. Piacenza è di nuovo in calo, il che facilita parecchio il sorpasso ai rossoneri che si portano sul 19-21. Sono così sufficienti i 4 errori consecutivi di Fei e compagni per regalare il set a Vibo, che fin’ora ha dimostrato di essere senza dubbio più preparata sotto l’aspetto mentale. Si giunge infine al tie-break: ennesimo set all’insegna dell’equilibrio, dove i soli Fei e Holt sorreggono la squadra mettendo alternativamente a segno un punto dopo l’altro. Ma Vibo sembra essere in migliore condizione fisica e il Copra Elior fatica a tenere il passo, accumulando 3 punti di svantaggio che paiono complicati da recuperare. Vibo Valentia mette il turbo nel momento decisivo riuscendo così ad aggiudicarsi una partita che inizialmente  sembrava nelle mani piacentine.  Prossimo appuntamento per il Copra Elior Piacenza sabato 3 novembre alle 17:30 al PalaBanca, nel derby contro il Modena dell’ex mister Angelo Lorenzetti. 

COPRA ELIOR PIACENZA – TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA  2-3 (25-20; 22-25; 25-18; 19-25; 11-15)

COPRA ELIOR: Corvetta , Papi 9, Fei 18, Zlatanov 16, Holt 19, Tencati 10, Marra (L).  A disposizione: Maruotti, Vettori, Ogurcak, Tavana, Latelli (L)
VIBO VALENTIA: Coscione 1, Keliberda 13, Buti 11, Klapwijk 23, Barone 10, Urnaut 12, Farina (L).   A disposizione: Cortellazzi, Lavia, Forni, Rocamora 1, Presta, Montesanti (L)

Impianto: PalaBanca 
Spettatori: 3534
Arbitri: Rapisarda, Satanassi.
Durata:  23’; 30’; 25’; 26’; 17’. Totale: 2:01h
Punti: Copra 72; Vibo 71. Attacco: Copra 42%; Vibo 47%. Ricezione: Copra 45%; Vibo 57% Battuta: Copra 4 ace, 19 errori; Vibo 4 ace, 15 errori.
M.V.P.: Holt (Piacenza)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento