Copra Morpho Bakery, inizia la battaglia dei playoff

Oggi, 1 maggio, alle 18 il Copra Morpho Bakery affronterà al Palanguissola il Treviglio nella prima gara della semifinale playoff. L'allenatore Piazza: "Partiamo motivatissimi, siamo pronti per questa sfida"

L'attesa è finita. Oggi, 1 Maggio, ore 18, il Palanguissola di Piacenza accoglierà Gara 1 della semifinale Playoff COPRA MORPHO BAKERY – Co.Mark Treviglio e finalmente la parola passerà al campo e ai giocatori, protagonisti assoluti di questa entusiasmante sfida. Piacenza contro Treviglio vedrà affrontarsi le due formazioni che meglio di tutte le altre hanno concluso la stagione regolare: i biancorossi, grazie alla vittoria in extremis contro Pavia, hanno consolidato il primato nel girone, potendo inoltre godere del fattore campo su tutti gli otto team approdati ai playoff; i lombardi invece, trionfando sul difficile campo di Trento nella penultima giornata di campionato, si sono aggiudicati la matematica permanenza nella futura LegaTre e, solo una settimana dopo, hanno confermato pure il quarto posto, l’ultimo disponibile per la corsa promozione. Niente rimorsi o occasioni perse con cui fare i conti dunque.

La COPRA MORPHO BAKERY e la Co.Mark scenderanno in campo consapevoli dei traguardi raggiunti fino ad ora e determinate a prolungare la permanenza nello spettacolare show dei playoff. I precedenti mostrano un’assoluta parità fra le due squadre, in virtù delle rispettive vittorie in trasferta, al termine entrambe di un tempo supplementare. Nonostante la differenza di posizione in classifica, la Co.Mark ha sempre dimostrato di essere un osso duro per i piacentini e spesso la tenacia e la determinazione dei ragazzi di Lottici ha permesso loro di strappare importanti successi su campi difficili. A conferma di quanto appena detto, Treviglio è l’unica delle avversarie playoff del girone A, oltre a Brescia, che è riuscita ad espugnare il Palanguissola. I Biancorossi, che si presenteranno al completo, dovranno porre massima attenzione alle giocate di Davide Reati, guardia classe ’88, la cui mano da tre è ormai diventata il pericolo numero uno per qualunque avversario.

A dargli man forte ci saranno Tommaso Marino, playmaker che vanta la palma d’oro nella categoria assist (4.97 di media a partita) e Riccardo Castelli, prelevato dall’Assigeco Casalpusterlengo (LegaDue) in inverno per sopperire all’infortunio di Andrea Vitale. Proprio quest’ultimo, da poco rientrato, rappresenta l’uomo in più dei lombardi, garantendo cosi a Lottici una panchina ampia e ben attrezzata. Per non farsi mancare nulla, Treviglio vanta un reparto lunghi di tutto rispetto con i vari De Min (quarto nella categoria rimbalzi), Zanella, Borra e può pescare dalla panchina giovani con talento da vendere come Marulli e Planezio (di recente convocati al raduno della Nazionale Under 20).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quella che inizierà domenica si preannuncia come una semifinale scoppiettante, per questo sarà indispensabile la cornice di pubblico delle grandissime occasioni!! “Partiamo motivatissimi”, dichiara Coach Piazza, “siamo pronti sia mentalmente che fisicamente per questa sfida. Quelli che verranno saranno giorni ad altissima intensità, la formula playoff prevede match ravvicinati e noi penseremo partita per partita, concentrandoci su ogni singola gara. A questo punto essere arrivati primi o quarti non cambia nulla, sia noi che Treviglio partiamo da zero e ogni punto dovremo conquistarcelo sul campo. La Co.mark si trova in ottima forma, sono lanciati dal traguardo raggiunto e giocano senza la pressione di fare a tutti i costi risultato. Io trovo che questa sia una risorsa che potrebbe aiutarli nel corso della serie. In una semifinale cosi lunga dovremo essere bravi a gestire al meglio le energie, anche se sono convinto che la differenza la potranno fare l’esperienza dei giocatori e la consapevolezza di essere forti. Vincere gara 1 vorrebbe dire partire col piede giusto, ma, sulle cinque partite, gara 2 rimane sempre quella più significativa, quella che può decidere una serie. Adesso comunque affrontiamo la sfida di Domenica, poi si penserà a martedì. Partita per partita.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento