Copra, troppe amnesie, così il campionato è un calvario

Le dichiarazioni di Lorenzetti faticano a mascherare uno dei peggiori esordi in campionato della storia biancorossa, e, soprattutto, la totale mancanza di prospettive: i primi 5 posti sono lontani anni luce. Il punto di Ripa

Nel primo turno del campionato di serie A-1 di volley il Copra Morpho Piacenza ha avuto la peggio contro l’Acqua Paradiso Monza Brianza. Al di là delle giustificazioni di rito, si è visto un Piacenza remissivo e rinunciatario. La grinta dei tempi migliori sembra essersi volatilizzata. D’altronde perdere un centrale come Bjelica, che garantiva oltre ai punti un apporto emotivo più unico che raro, è sintomatico.

SARA' CAMPIONATO MEDIOCRE - Le premesse sono di un campionato da metà classifica: Trento, Treviso, Cuneo e Macerata sono fuori portata. Il gap che separa la squadra di Lorenzetti dalle “4 sorelle” è incolmabile. Di vincere quest’anno non se ne parla proprio: resta solo l’obiettivo di fare una bella figura. Arrivare a dare qualche piccola soddisfazione in termini di vittorie può essere possibile: non certo arricchire la bacheca di trofei. Basti fare una semplice valutazione su 2 nuovi innesti: Popp e Perazzolo. Entrambi sono stati scartati da Monza, all’epoca Montichiari.

GAVOTTO OCCASIONE PERSA - La squadra allenata da Luca Monti ha ritenuto di avere giocatori migliori da schierare nel sestetto base: scelta ampiamente azzeccata come evidenzia il 3-0 secco di sabato scorso. In compenso Mauro Gavotto è ancora un giocatore in forma: Piacenza che lo ha lasciato andare tanti anni fa (addirittura nel 2003) forse dovrebbe mangiarsi le mani? Continuare a cambiare opposto senza mai trovare qualcuno che garantisca la continuità del brizzolato 31enne è stato forse un errore?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CAMPIONI AL TRAMONTO - Si dice che la squadra ha bisogno di tempo: ma di solito di tempo hanno bisogno le squadre giovanissime, non quelle più attempate. Tencati e capitan Zlatanov sono campionissimi, ma hanno tanto tutto; forse di più. Il centrale con la maglia della Sisley ha anche vinto tutto: sentirsi appagato sarebbe più che umano. L’unico acquisto su cui si potrà contare di certo è Davide Marra: il calabrese ha disputato un mondiale straordinario e ha ancora fame di vittorie, ma purtroppo se nessuno garantisce una certa quantità di punti a partita un libero diventa secondario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento