menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
TREVOR CLEVENOT

TREVOR CLEVENOT

Da Clevenot a Sall. I top ed i flop della settimana sportiva

Da Clevenot a Sall. I top ed i flop della settimana sportiva

Da Clevenot a Sall. I top ed i flop della settimana sportiva

CHI SALE

TREVOR CLEVENOT: e’ anche merito suo se Piacenza dispone della migliore seconda linea del campionato. Contro Modena chiude con 14 punti ed è il migliore sia in difesa che in attacco. Arrivato in estate come terzo schiacciatore dopo un’Olimpiade da spettatore, ha stupito tutti per la capacità d’inserimento in un campionato nuovo e difficile. Giocatore tecnico e completo, ha ancora ampi margini di miglioramento. 

GIUSEPPE AGOSTINONE: gioca la sua migliore partita in biancorosso nel derby contro il Pro Piacenza. Copre tutta la fascia sinistra con disinvoltura e costrutto senza mai subire la pressione avversaria. Oltre al cross che costringe Sall all’auotorete, è autore di alcune pregevoli sgroppate che fanno di lui un giocatore ormai insostituibile

DENNY CARDIN: solo un miracolo di Cazzamalli gli nega la gioia del gol per una rete che avrebbe cambiato probabilmente la partita con il Piacenza. Si adatta anche a giocare sull’altra fascia, confermando le doti di sacrificio e di corsa che caratterizzano il suo modo di stare in campo. Non esaurisce mai ne’ il fiato né la voglia di lottare.

CHI SCENDE

DEMBEL SALL: oltre alla goffa e sfortunata spaccata che costa i tre punti alla suq squadra, vacilla a più riprese facendosi trovare spesso fuori posizione e palesando difficoltà con il pallone tra i piedi. Se la difesa del Pro non mostra la solita solidità in parte è per colpa delle prestazioni del senegalese che appare la brutta copia dell’impeccabile difensore dei due anni precedenti.

SAMUELE PAPI: stavolta vive una giornata di sofferenza. Nel primo set contro Modena va spesso in difficoltà in ricezione (chiuderà con un pessimo 17%), poi Giuliani lo alterna con Manià in difesa per poi chiudere in panchina causa un infortunio. Sicuramente una prestazione non in linea con le ottime uscite precedenti,sia come libero che come schiacciatore.

TOMMASO RASPINO: brutta sconfitta per l’Assigeco Piacenza nettamente battuta nella trasferta di Trieste contro l’Alma per 81-59. Una partita da dimenticare per tutti i bianco blu, in particolare per l’ala piacentina, autrice di nessun punto in 20 minuti di gioco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento