Da Giuliani a Jones. I Top ed i Flop della settimana sportiva

Chi sale e chi scende tra i protagonisti dello sport piacentino

Alberto Giuliani

CHI SALE

ALBERTO GIULIANI: la sua Lpr vince e convince. Dopo l’exploit infrasettimanale con Trento c’era il rischio di un passaggio a vuoto nella trasferta di Padova. Invece i biancorossi si portano a casa un netto 3-0 confermando di aver trovato continuità di rendimento ad alto livello anche nelle giornata non ottimali. Dopo una stagione scorsa con poche soddisfazioni, ora il pluri-scudettato tecnico marchigiano può prendersi le giuste soddisfazioni.

DANIELE BAZZOFFIA: giornata nera per il Pro Piacenza a Livorno con un primo tempo di fatto regalato agli avversari. L’attaccante toscano si distingue però come uno dei giocatori più in forma della sua squadra. Segna la rete del provvisorio 1-2 ed impegna quasi da solo la retroguardia labronica. La sua intesa con Pesenti migliora di partita in partita.

STEFANO FRANCHI: lasciato inizialmente a riposa da Franzini contro la Giana Erminio, entra nella ripresa a sfiora la rete del vantaggio con una bella accelerata in profondità. Bravo nell’entrare subito in partita grazie al fisico brevilineo, si avverte la sua assenza ogni qual volta che non gioca.

CHI SCENDE

BOBBY JONES: inattesa sconfitta dell’Assigeco nel match interno con Chieti. Gli abruzzesi pongono fine alla serie positiva dei piacentini in un incontro dall’andamento anomalo, prima dominato dai padroni di casa e poi chiuso nettamente dagli ospiti. Per la forte ala americana solo 7 punti ed un 50% da 2 ed un aggravio di falli che ne ha limitato l’utilizzo a soli 17 minuti.

ANTHONY TAUGOURDEAU: troppo facile indicare Miori tra i flop della domenica. Il Piacenza soffre una evidente inferiorità a centrocampo dove i palleggiatori biancorossi rimangono ingabbiati nella rete di Albè. Il passaggio al 3-5-2 non agevola il francese che vede ridursi gli spazi a disposizione. Giornata per lui difficile.

FRANCESCO BINI: troppo agevole per il Livorno arrivare alla rete. Tre gol subiti ed altrettanti sfumati per gli attaccanti amaranto che hanno vita facile contro la vacillante difesa rossonera. Si sente l’assenza di Sall ma anche il capitano per una volta sembra fuori posizione sia nella rete di Cellini che di Murilo. Avrà l’occasione di rifarsi nel derby contro il Piacenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento