Da Hasbrouck a Bini, i top ed i flop della settimana sportiva

Da Hasbrouck a Bini, i top ed i flop della settimana sportiva

Francesco Bini

Da Hasbrouck a Bini, i top ed i flop della settimana sportiva

CHI SALE 

KENNY HASBROUCK: una tripla a 3’’ dalla fine che consegna la vittoria all’Assigeco Piacenza sul campo di Ferrara, interrompendo cosi la striscia negativa sconfitte consecutive. Prestazione maiuscola con 23 punti ed un 67% da 2. Domenica nell’anticipo televisivo contro la Fortitudo Bologna tenterà di guidare la sua squadra verso una vittoria di prestigio utile in chiave Coppa Italia.

STEFANO FRANCHI: segna una doppietta a Livorno da attaccante completo. Un prima rete da centravanti di razza sfruttando un bellissimo lancio di Taugourdeau ed un raddoppio con un mix di velocità e tecnica. Con la partenza di Titone, lui e Matteassi sono chiamati ad un super lavoro, oltreché ad un ruolo di maggiore responsabilità.

FERNANDO HERNANDEZ: 29 punti in 4 set nel match di Coppa Cev contro lo Stroitel Minsk. Sbatte qualche volta di troppo contro l’attento muro bielorusso, tuttavia tira sempre a tutto braccio senza mai timore nell’errore. Alla fine sono sempre i suoi punti determinanti.

CHI SCENDE

FRANCESCO BINI: periodo non convincente per il capitano del Pro Piacenza. La sua difesa prende ancora troppi gol (8 nelle ultime 4). Sia a Como che contro la Giana il pacchetto arretrato rischia oltre misura, rischiando di vanificare quanto di buono viene combinato a livello offensivo.

IVAN PELIZZOLI: dopo il buon debutto nel derby, arrivano quattro clamorose reti subite contro la Racing Roma. Tre marcature di un quasi debuttante (Loglio) e la sensazione di scarsa reattività da parte dell’ex-nazionale. Ora arriva un infortunio muscolare che rischia di rallentare il suo pieno recupero agonistico.

PIERPAOLO NATILLA: nome e cognome sconosciuto per il pubblico. E’ l’arbitro di Pro Piacenza-Giana Erminio il quale, nonostante la nulla visibilità , ha scelto di proseguire il match. Forse dal punto di vista strettamente regolamentare ha avuto ragione, ma il pubblico e gli addetti ai lavori meritano maggiore considerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento