Da Kohut a Galli. I Top ed i Flop della settimana sportiva

I migliori e i peggiori atleti dell'ultima settimana sportiva

CHI SALE

EMANUEL KOHUT: il centrale dell’Lpr si conferma in un buon momento di forma, nella sfida di Castellanza è tra i migliori con un ottimo 90% in attacco, 13 punti, 2 muri ed un servizio vincente. È uno degli esempi del tentativo di rinascita della sua squadra.

MARIKA BIANCHINI: è la migliore (o forse la meno peggio) nella Nordmeccanica nella disastrosa sconfitta interna contro Novara. Pur “sballottata” tra opposto e ricezione si mantiene su buoni livelli offensivi con 11 punti e 40% in attacco. Fatica ovviamente in seconda linea, ma quella non e’ casa sua.

THIJS TER HORST: rimarrà sempre un mistero come questo giocatore riesca ad esprimersi al meglio partendo dalla panchina, mentre fatichi da titolare. Contro la Revivre entra a metà della prima frazione riuscendo a cambiare l’inerzia della partita sfoderando ottime percentuali di attacco chiudendo come miglior marcatore.

CHI SCENDE

FRANCESCA MARCON: momento difficile anche per lei. Se in seconda linea regge globalmente, è in attacco che, vista l’assenza di Meijners, dovrebbe dare di più. Solo 7 punti per lei su 21 tentativi ed un solo muro in tutto il match contro Novara.

HRISTO ZLATANOV: finisce ben presto il panchina contro Milano palesando notevoli difficoltà in particolare in prima linea con solo il 25% di positività. La buona prestazione di Ter Horst lo costringerà a far da spettatore per il resto dei set.

LUIGI GALLI: inizio negativo per il nuovo corso del Fiorenzuola. Quasi un mese senza incontri non sono serviti ad invertire una rotta di una formazione che non vince da nove turni e non segna da cinque. Contro il Ciliverghe ci ha messo anche la sfortuna tra miracoli del portiere avversario e gol fantasma, certo è che la salvezza diretta sembra ormai compromessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento