menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dell'Amico castiga il Pro Piacenza. Per i rossoneri pesante sconfitta interna

Una sconfitta dalle conseguenze pesanti per i rossoneri che perdono la sesta partita su otto disputate e si vedono superare dalla Carrarese in classifica, sino ad ora sempre perdente in trasferta, in piena zona retrocessione

Una sconfitta dalle conseguenze pesanti per i rossoneri che perdono la sesta partita su otto disputate e si vedono superare dalla Carrarese in classifica, sino ad ora sempre perdente in trasferta, in piena zona retrocessione. Pro Piacenza che rispolvera il 4-3-3 con Marchionni al fianco di Bazzoffia e Cassani, Rossini a centrocampo preferito ancora a Gomis mentre in difesa il sacrificatoè Piana. Carrarese che sceglie Brondi alle spalle di Floriano-Miracoli vincendo il ballottaggio con Torelli, mentre Dell'Amico gioca come terzino destro al posto di Migliavacca a completare il 4-3-1-2 di Danesi. Pea prova con Bazzoffia largo a sinistra e Cassani al centro affiancati dal rientrante Marchionni largo a destra con un inizio di partita a buoni ritmi con i rossoneri in prevalenza territoriae. Bazzoffia e Floriano da lontano sporcano i guanti di Lagomarsini e Fumagalli. Floriano per gli apuani pare il giocatore più pericolo per gli ospiti mentre i piacentini paioni sfruttare maggiormente il campo sulla fasce. Di fatto non succede praticamente nulla in campo sino alla mezz'ora quando lo schiaffo da quasi trenta metri del regista Marsili colpisce il palo di destra a Fumagalli fuori causa; per il resto match controllato dal Pro Piacenza che fatica però a costruire azioni da gol plausibili mentre gli ospiti ragionano prevalentemente in contropiede affidandosi al movimento di Floriano, unico attaccante che appare in discreta giornata. In apertura di ripresa Fumagalli si distingue con un volo a deviare il colpo di testa di Dell'Amico sugli sviluppi d un corner mentre poco prima un contatto dubbio su Bazzoffia in area avversaria aveva fatto gridare al rigore per i rossoneri. Sono i primi sussulti di una ripresa che pare meno soporifera con le due squadra che devono provare a cercare i tre punti per uscire dalle zone basse della graduatoria. Al decimo e' ancora Dell'Amico che trova di testa su angolo il colpo stavolta vincente, colpevole la difesa piacentina immobile che permette al difensore toscano di colpire in mezzo all'area senza ostacoli. Pochi secondi ed il Pro sfiora l'immediato pareggio grazie ad una triangolazione Bazzoffia-Aspas-Bazzoffia che trova la deviazione in extremis di Lagomarsini sul palo; poco dopo è Rossini a sfiorare il pareggio calciando a lato un morbido appoggio di Marchionni. Danesi carpisce i pericoli e sceglie di coprirsi inserendo il centrocampista Bastoni per l'evanescente trequartista Brondi. Pea prova a modificare il suo 4-3-3 con l'innesto di Girasole per Aspas e Martinez per Marchionni con Bazzoffia che va destra ma è ancora la Carrarese con Foglio in contropiede a sfiorare il raddoppio al minuto 80.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento