Dopo il Sala, il Piacenza ferma anche Bollate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Bel pareggio della Rebecchi Nordmeccanica contro la capolisata Bollate ( vittoria per 8-2 in gara1 e sconfitta per 7-0 in gara2, interrotta per pioggia a metà del 7° inning ma regolare a termini di regolamento). Un pareggio che al momento costa una posizione in classifica ma che alla lunga farà apprezzare il suo valore.

In gara1 la capolista sembra il Piacenza. I biancorossi prendono possesso della partita fin dai primi lanci e le speranze bollatesi di rientrare in gioco si affievoliscono ripresa dopo ripresa. Lo 0-0 regge fino al 3° inning quando i padroni di casa rompono il ghiaccio con 4 punti frutto di 5 battute valide ( doppi di Ferrini e Cammi, singoli di Murari, Carini e Capra). E’ il segnale di quello che sarà l’esito finale. Al 4° Bollate soffre ancora subendo altri 2 punti che dilatano il passivo a 6-0. Con due eliminati apre le ostilità Murari con un doppio, cui fa seguito un errore che porta all’avvicendamento sul monte ospite tra Anderson Castro ed Antony Arcila. Cambia poco perché Cammi piazza un singolo e come detto si arriva al 6-0. Il resto è accademia, con 2 punti lombardi  ed i due doppi di Riccò e Murari ( finirà 3 su 4) che fissano il finale sull’8-2. Lanciatore vincente Filippo Bertolini che ormai rappresenta una vera e propria sicurezza ( in 7 innings 10 strike-outs, 4 valide e 2 basi per balls).

In gara 2 la prima della classe torna ad essere il Bollate che può avvantaggiarsi dal fatto di avere in pedana un fuoriclasse come Antonio Noguera. E’ lui infatti a spadroneggiare nelle statistiche individuali riservate ai lanciatori ed anche il line-up piacentino non può sottrarsi dal subire una severa lezione. L’unica valida del match, giocato dal 3° inning sotto la pioggia, è quella battuta da Capra al 5° ed oltre a lui sarà il solo Murari, gratificato di una base per balls al 1°, a riuscire nell’impresa di mettere i piedi sul cuscino di prima base. Forte di un supporto di questa caratura, il Bollate può viaggiare sul velluto ed al 2° va in vantaggio ( 2-0) grazie anche ad un errore. Al 3° arriva il 3-0 che di fatto consegna la vittoria ai lombardi. La pioggia è sempre più fitta e quando al 5°, con quattro valide su di un non impeccabile Pedro Guerra, Bollate si porta sul 7-0 l’ipotesi della sospensione anticipata si rivela sempre più probabile. Col verdetto ormai sancito l’arbitro capo sospende le ostilità a metà del 7° quando il diamante comincia ad appesantirsi troppo per la pioggia. Essendo trascorso il 5° inning la partita è da ritenersi conclusa a tutti gli effetti ed il punteggio di 7-0 assolutamente omologabile. Tutti fuori ad asciugarsi e nel complesso soddisfatti per un pareggio più che giusto. Bollate è raggiunto in vetta da Sala Baganza mentre il Piacenza, pur scivolando al quinto posto, mantiene integre le sue chance di play-off. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento