Eccellenza, è tutta un'altra Vigor: il Carpaneto stende 3-0 il Formigine

La squadra di Mino Lucci reagisce al ko inaugurale contro il Fiorano e schianta l'avversario modenese, mai in partita. Debutto per i nuovi acquisti Compiani e Andrea Lucci

Tutta un'altra storia. Dopo l'esordio negativo contro il Fiorano, culminato con la sconfitta, la Vigor Carpaneto 1922 si riscatta nel secondo impegno di campionato in Eccellenza schiantando i modenesi del Formigine. L'eloquente risultato finale (3-0) la dice lunga sul cambio di marcia di Ruffini e compagni rispetto a domenica scorsa, che ha permesso ai piacentini di festeggiare la prima vittoria in campionato.  
La Vigor, insomma, ha cambiato musica e lo spartito è stato differente per varie melodie. Innanzitutto nella formazione di partenza, che ha visto il debutto dell'ultimo acquisto del Carpaneto: l'attaccante Andrea Lucci, figlio del tecnico Mino arrivato dal Fiorenzuola e in campo dal primo minuto nel reparto offensivo che, tra fasce e area, contava anche Bertelli e Piccolo. Non solo questo, però: rispetto alla sfida contro il Fiorano, infatti, il tecnico della Vigor ha fatto scelte differenti, per esempio lasciando in panchina i vari Strozzi, Armani, Caporali e Bersanelli, titolari domenica scorsa e inizialmente a riposo insieme all'altro acquisto Marco Compiani (poi esordiente con l'ingresso in campo nella ripresa) e alla punta Delporto. 
Ma al di là delle pedine e dei discorsi tattici, il vero cambiamento si è visto nell'atteggiamento: il primo tempo negativo contro il Fiorano è servito da lezione per entrare in campo fin da subito con concentrazione, ordine e aggressività. Fin dai primi minuti contro il Formigine si è capito che la Vigor non avrebbe commesso nuovamente lo stesso errore e la musica è stata molto diversa. Insomma, due partite speculari che hanno dato riscontri opposti, ma che convogliano sul tema dell'importanza dell'atteggiamento. Certo, c'è da dire che il Formigine ha fatto vedere poco e comunque meno del Fiorano, ma in questo c'è anche il merito di una Vigor brava a interpretare al meglio la partita e a non rischiare nulla. Questa volta, insomma, è stata una domenica di festa per la Vigor, che dopo il 90' ha potuto anche brindare al compleanno anticipato del presidente Giuseppe Rossetti.
Pronti, via e dopo meno di due minuti il Carpaneto si fa pericoloso con Lovattini (ottimo al centro della difesa), ma la sua ribattuta termina alta. Al 14' tocca a Ruffini rendersi pericoloso, mentre due minuti dopo arriva il gol: cross dalla sinistra di Barba e gol di Piccolo per l'1-0. Il Formigine accusa il colpo e al 19' subisce il raddoppio locale, propiziato da un'azione da manuale e terminato con l'involontaria deviazione del difensore centrale Lusvarghi che inganna Carpentiero. In campo si vedono solo i piacentini, che nella seconda parte del primo tempo si rendono pericolosi con Lovattini, Dosi e Lucci.
La ripresa si apre con il Formigine (finora praticamente inoffensivo) che sostituisce Pederzoli con Tripepi, ma è sempre la Vigor a comandare le operazioni, al punto di colpire un clamoroso palo con l'incornata di Piccolo su cross di Bertelli. Dopo aver avuto un guizzo con Borghi, i modenesi possono riaprire la partita, ma il neoentrato Ganzerla scivola e non riesce a concludere. E' solo un attimo, perché il Carpaneto torna in cattedra e al 72' sfiora il tris con Bertelli in allungo; per il giovane attaccante (uno dei migliori, senza dimenticare anche il centrocampista Fumasoli, tanto per fare un esempio), il gol è solo questione di meno di dieci minuti: all'81' punizione di Ruffini, sponda di Piccolo (gran partita la sua) e tap-in dell'attaccante classe 1996, alla sua terza rete tra Coppa e campionato.

VIGOR CARPANETO 1922-FORMIGINE 3-0
VIGOR CARPANETO 1922: Serena, Pignatiello, Barba, Fumasoli (69' Armani), Lovattini, Alberici, Bertelli, Dosi (58' Compiani), Piccolo, Ruffini, Lucci A. (74' Bersanelli). All.: Lucci S.
FORMIGINE: Carpentiero, Casini, Pederzoli (46' Tripepi), Algeri (70' Kapip Djounwa), Lusvarghi, Tudini Bellei, Fabbri, Caselli, Borghi (52' Ganzerla), Ansaloni, Bergamini. All.: Traina
ARBITRO: Sfirro di Reggio Emilia (assistenti Canu-D'Andrea di Parma)
RETI: 16' Piccolo, 19' aut. Lusvarghi, 81' Bertelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento