Erpen castiga un buon Pro Piacenza. Ad Arezzo arriva la quinta sconfitta

Non è bastata una prova ordinata e di carattere per il Pro Piacenza per portare a casa punti dalla difficile trasferta di Arezzo. Stavolta è un episodio a condannare il rossoneri alla quinta sconfitta in sette gare anche se le risultanze del campo parlano di una squadra competitiva e tutt'altro che remissiva

(Fonte arezzocalcio.it)

Non è bastata una prova ordinata e di carattere per il Pro Piacenza per portare a casa punti dalla difficile trasferta di Arezzo. Stavolta è un episodio a condannare il rossoneri alla quinta sconfitta in sette gare anche se le risultanze del campo parlano di una squadra competitiva e tutt'altro che remissiva. E' la rete dell'aretino Erpen a dieci minuti dal triplice fischio a rompere l'equilibrio a favore dei ragazzi di Sottili sino a quel momento in netta prevalenza territoriale ma incapaci, causa errori di mira, di sbloccare un risultato che comuque premiava correttamente il Pro. Pea sceglie di confermare il coperto 5-3-2 con in attacco la coppia Cassani-Bazzoffia con l'unica novità di Rossini per Gomis nel ruolo di mediano destro , dall'altra parte gli amaranto variano il 4-2-3-1 in un offensivao 4-4-2- con Arcidiacono e Yamga a spingere ai lati a favore della coppia centrale Moscardelli-Polidori, Foglia e De Feudis sono i guardiani di centrocampo.

Arcidiacono e Polidori sono le autetiche spine del fianco della difesa rossonera, da loro partono i pericoli maggiori a cui si somma l'incisività di Moscardelli e gli inserimenti di Foglia. Gli uomini di Pea hanno la bravuta di reggere senza subire troppo la spinta dei locali, migliore attacco del campionato e capaci di schierare una notevole qualità offensiva. Nel primo tempo alle occasioni di Polidori e Yamga ha risposto con l'incursione di Bazzoffia. Stesso tema della ripresa con l'ingresso di Erpen sulla sinistra per Arcidiacono al fine di dare maggiore spinta da quella fascia, sarà proprio l'argentino il match-winner grazie ad un rimpallo vincente su Sane (con fallo dubbio) che lo lo libera davanti a Fumagalli. E' il gol che regala all'Arezzo la quarta vittoria ed il provvisorio terzo posto in classifica; il Pro Piacenza può piangere dopo una buona condotta di gara, ordinata e senza errori, ma culminata con l'episodio dubbio della rete nel finale. Manca ancora qualcosa nella fase offensiva mentre il nuovo modulo sembra garantire sufficiente solidità dietro. Ancora un match senza Pesenti, quello di domenica prossima contro la Carrarese, poi finalmente qualcosa dovrebbe cambiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento