Sabato, 20 Luglio 2024
Sport

Lupi biancorossi, si va in Romagna

Con un netto 3-0 il Copra volley schianta Acqua Paradiso Montichiari dell’ex coach Berruto nelle Final Four di Coppa Italia. Partita mai in discussione. S’infortuna al ginocchio Bravo: polemica sul terreno di gioco troppo ruvido

Buona la prima. La truppa di Angelo Lorenzetti, nel neutro Palabam di Mantova, liquida con un limpido 3-0 Montichiari. I lombardi non hanno mai dato l’impressione di poter impensierire Zlatanov e compagni, i quali si guadagnano l’accesso alla semifinale. Non sono tutte rose e fiori, però: Bravo si fa male e Piacenza si lamenta di un terreno – in patriottica livrea tricolore – che non permette di scivolare. 

Lorenzetti lascia ai box Marshall, viste le sue condizioni fisiche precarie, dando fiducia a Bravo. La novità della Gabeca è Rauwerdink, schiacciatore olandese, che è in campo al posto di Paparoni. Inizio thriller per i piacentini: l’ex Gavotto crea un break in battuta. 5-2 per i lombardi. Per il resto, tanti errori al servizio da entrambe le compagini. Montichiari sembra in palla, e mantiene la distanza di sicurezza: +4. Da segnare sul taccuino: sul 16-14 per la Gabeca c’è un’incomprensione grossolana in ricezione tra Zlatanov e Durante. L’infermeria biancorossa, come detto, purtroppo, aggiunge un nuovo paziente: Bravo prende una brutta storta. Lorenzetti, così, inserisce l’acciaccata Pantera di Cuba. Si lotta punto a punto, con il Copra che rientra in carreggiata. Zlatanov, davvero immenso, chiude con un ace: 25-23. Suscitando le poco eleganti imprecazioni di coach Berruto. 

Il secondo set si apre con uno splendido pallonetto di Rak. I lupi carburano e si portano su un rassicurante +5. Montichiari, però, rimane in scia, grazie all’ex trevigiano Horstink, recuperando il break. Un occhio alla statistica: 8 muri a 2 per il Copra. Ed è con questi numeri che Piacenza chiude il set, nel finale, con agilità: 25-22.

Nella terza frazione si parla sempre emiliano, anzi, “zlatanese”. Il capitano in battuta mette la freccia, e bombarda: 8-6. Montichiari, ovviamente, non ci sta, grazie a una spazzolata di Paparoni. Ancora punto a punto: Hristo pesta la linea in pipe, 19 pari. Entra Boninfante. I ragazzi di Lorenzetti hanno la testa già al PalaFiera di Forlì; la strada è in discesa. Chiude un bellissimo primo tempo di Rak. Si va in Romagna.   

L’appuntamento ora è per sabato alle 16.15, a Forlì, per la semifinale contro i campioni in carica di Macerata   

Copra Nordmeccanica – Acqua Paradiso Gabeca Montichiari 3-0: 25-23; 25-22; 25-22
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupi biancorossi, si va in Romagna
IlPiacenza è in caricamento