Lupi biancorossi, si va in Romagna

Con un netto 3-0 il Copra volley schianta Acqua Paradiso Montichiari dell’ex coach Berruto nelle Final Four di Coppa Italia. Partita mai in discussione. S’infortuna al ginocchio Bravo: polemica sul terreno di gioco troppo ruvido

Buona la prima. La truppa di Angelo Lorenzetti, nel neutro Palabam di Mantova, liquida con un limpido 3-0 Montichiari. I lombardi non hanno mai dato l’impressione di poter impensierire Zlatanov e compagni, i quali si guadagnano l’accesso alla semifinale. Non sono tutte rose e fiori, però: Bravo si fa male e Piacenza si lamenta di un terreno – in patriottica livrea tricolore – che non permette di scivolare. 

Lorenzetti lascia ai box Marshall, viste le sue condizioni fisiche precarie, dando fiducia a Bravo. La novità della Gabeca è Rauwerdink, schiacciatore olandese, che è in campo al posto di Paparoni. Inizio thriller per i piacentini: l’ex Gavotto crea un break in battuta. 5-2 per i lombardi. Per il resto, tanti errori al servizio da entrambe le compagini. Montichiari sembra in palla, e mantiene la distanza di sicurezza: +4. Da segnare sul taccuino: sul 16-14 per la Gabeca c’è un’incomprensione grossolana in ricezione tra Zlatanov e Durante. L’infermeria biancorossa, come detto, purtroppo, aggiunge un nuovo paziente: Bravo prende una brutta storta. Lorenzetti, così, inserisce l’acciaccata Pantera di Cuba. Si lotta punto a punto, con il Copra che rientra in carreggiata. Zlatanov, davvero immenso, chiude con un ace: 25-23. Suscitando le poco eleganti imprecazioni di coach Berruto. 

Il secondo set si apre con uno splendido pallonetto di Rak. I lupi carburano e si portano su un rassicurante +5. Montichiari, però, rimane in scia, grazie all’ex trevigiano Horstink, recuperando il break. Un occhio alla statistica: 8 muri a 2 per il Copra. Ed è con questi numeri che Piacenza chiude il set, nel finale, con agilità: 25-22.

Nella terza frazione si parla sempre emiliano, anzi, “zlatanese”. Il capitano in battuta mette la freccia, e bombarda: 8-6. Montichiari, ovviamente, non ci sta, grazie a una spazzolata di Paparoni. Ancora punto a punto: Hristo pesta la linea in pipe, 19 pari. Entra Boninfante. I ragazzi di Lorenzetti hanno la testa già al PalaFiera di Forlì; la strada è in discesa. Chiude un bellissimo primo tempo di Rak. Si va in Romagna.   

L’appuntamento ora è per sabato alle 16.15, a Forlì, per la semifinale contro i campioni in carica di Macerata   

Copra Nordmeccanica – Acqua Paradiso Gabeca Montichiari 3-0: 25-23; 25-22; 25-22
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento