menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ivan Pelizzoli

Ivan Pelizzoli

Il Piacenza blinda la porta. Ivan Pelizzoli è biancorosso

Ormai è fatta per Ivan Pelizzoli in biancorosso. Brusca accelerata del mercato dei portieri del Piacenza dopo le incertezze di Miori delle ultime partite

Ormai è fatta per Ivan Pelizzoli in biancorosso. Brusca accelerata del mercato dei portieri del Piacenza dopo le incertezze di Miori delle ultime partite. Fatale per il portiere l’ingenuità contro la Giana, costata la sconfitta ai biancorossi, che ha fatto seguito agli errori di Siena, Carrara ed Arezzo; vista la posizione di classifica ancora ottima nonostante le tre sconfitte nelle ultime quattro uscite, la società ha virato deciso sull’esperto portiere classe 1980 per cercare di arginare l’emorragia di reti subite. Cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta si è distinto nemmeno ventenne come titolare della formazione orobica soppiantando i più affermati Pinato e Fontana, le sue prestazioni lo hanno messo nelle mire della Roma con la quale e’ divenuto “mister 27 miliardi” grazie al costo del suo cartellino sostenuto nel 2001 dalla società giallorossa. Nella capitale rimane quattro stagioni partendo inizialmente riserva di Antonioli per poi esplodere nel 2003 divenendo il portiere meno battuto d’Europa con un record di 774 minuti senza subire gol; due stagioni da titolare con l’esperienza in Champions ed il bronzo alle olimpiadi di Atene poi il lento declino con Curci preferito da Del Neri per il ruolo di estremo difensore. Dal 2005 una serie di guai fisici ed un peregrinare tra Reggina, Lokomitv Mosca fino alla discesa in B con Albinoleffe, Padova, Entella e Vicenza con il ritorno fugace in massima serie con Cagliari (1 presenza) e Pescara (11 presenze) prima dell’ultima annata in terra  berica con una sola presenza. Giocatore tormentato da parecchi guai fisici sia nelle stagioni a Roma che nell’anno all’ Entella (grave incidente alla spalla che ne ha condizionato l’ultimo frangente di carriera) può rappresentare un vero top-player per la Lega Pro. A Piacenza arriva ufficialmente per fare da chioccia a Miori ma è probabile  che, una volta ristabilita la piena efficienza fisica e la confidenza con il campo, diventi lui il titolare della porta biancorossa. Particolare e difficile la situazione di Miori, apertamente contestato da una parte della tifoseria e di fatto “commissariato” dalla dirigenza che gli ha affidato un portiere esperto e dal passato ingombrante. Per lui le prove di appello sembrano giunte al capolinea con la sua posizione di titolare “ad interim” con alle porte un derby delicato nel quale tutti gli occhi critici saranno puntati su di lui, con l’obbligo di evitare di commettere la minima incertezza; condizione poco invidiabile per un ragazzo giovane in un ruolo in campo in cui gli errori vengono clamorosamente ingigantiti ed aggravati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento