La domenica di Lega Pro. E' il gran giorno di Cremonese-Piacenza

Domenica di Lega Pro tutta incentrata sul “Derby del Po” che torna alla ribalta dopo cinque anni di assenza. Incontro importante per la Cremonese che cerca di rimanere in scia della lepre Alessandria, mentre il Piacenza reduce dalla prima sconfitta in campionato, cercherà un risultato di prestigio

Lo stadio Zini di Cremona (fonte Mondopadano)

Domenica di Lega Pro tutta incentrata sul “Derby del Po” che torna alla ribalta dopo cinque anni di assenza. Incontro importante per la Cremonese che cerca di rimanere in scia della lepre Alessandria, mentre il Piacenza reduce dalla prima sconfitta in campionato, cercherà un risultato di prestigio. Impegno contro un’altra imbattuta in stagione, il Pontedera di Indiani, per il Pro Piacenza che viene da un filotto di tre sconfitte consecutive.

CREMONESE-PIACENZA (14.30): biancorossi imbattuti allo Zini da 23 anni grigiorossi capaci di vincere le ultime 9 uscite in casa. Ci sono tutti gli ingredienti per un match spettacolare e senza eccessivi tatticismi. La squadra di Tesser arriva dalla sofferta vittoria di Carrara dove il portiere Ravaglia e’ stato tra i migliori in campo. Possibili almeno due cambi in formazione tra difesa ed attacco dove Polak e Lucchini si giocano il posto di centrale a fianco di Marconi e Gemiti potrebbe rientrare dall’infortunio al posto di Procopio. In avanti possibile il rientro di Perrulli mentre Stanco dovrebbe essere ancora preferito a Scappini. Per Franzini tutti disponibili ad accetto dell’acciaccato Saber, Cazzamalli in vantaggio sul giovane centrocampista per una maglia da titolare mentre potrebbe scoccare l’ora dal primo minuto per capitan Matteassi al posti di Titone sull’out di destra. Torna disponibile anche Castellana ma difficilmente verrà gettato nella mischia in un incontro così importante. Due gli ex di turno, entrambi con la maglia del Piacenza: Abbate e Franchi.

PRO PIACENZA-PONTEDERA (18.30): incontro già fondamentale per il futuro del Pro Piacenza e di Pea. Un nuovo passo falso aprirebbe scenari tutt’altro che incoraggianti per i rossoneri che dopo le sconfitte con Olbia e Renate sono precipitati in piena zona retrocessione. Squalificati allenatore e Pesenti, il Pro gioco forza cambierà qualcosa nell’atteggiamento tattico: probabile il passaggio al 4-4-2 a rombo con Aspas vertice basso, Gomis-Rossini ai lati e Cavalli vicino all’attacco leggero Bazzoffia-Marchionni. Possibile che Pea rispolveri il 5-3-2 utilizzato a Cremona con Aspas-Cavalli-Gomis in mediana e Piana nel tridente di difesa. Possibile in alternativa l’impiego di Marra in avanti. Il Pontedera arriva in Emilia con 6 punti in classifica ed un match da recuperare con il Como. Indiani si presenterà con un  3-4-1 con Disanto-Kabashi in avanti affiancati da uno tra Cais e Santini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento