La domenica di sport. Il Piacenza cerca punti a Siena,l'Assigeco il bis dopo il blitz di Verona

Domenica di sport incentrata sulla trasferta del Piacenza a Siena, l’Assigeco dopo la bella vittoria di Verona prova a fare il bis ad Ancona contro Recanati mentre il Pro Piacenza e’ alle prese contro il bunker della Viterbese

Domenica di sport incentrata sulla trasferta del Piacenza a Siena, l’Assigeco dopo la bella vittoria di Verona prova a fare il bis ad Ancona contro Recanati mentre il Pro Piacenza e’ alle prese contro il bunker della Viterbese. Riposo per l’Lpr in attesa del recupero del match contro Trento (impegnato nel mondiale per dove in semifinale affronta di nuovo Kazan) e dell’incontro di sabato prossimo al Palabanca contro Milano che potrebbe proiettare i biancorossi tra le prime cinque delle classifica. Voci di mercato intanto parlano di una Piacenza attiva per risolvere il “caso Marshall” con la possibilità del sacrificio di Yosifov e l’arrivo di un forte centrale italiano (si fa il nome del nazionale Buti attualmente in panchina a Perugia).

PRO PIACENZA –VITERBESE (14.30): settimana particolarmente turbolenta in casa rossonera con il netto capitombolo interno di coppa contro la Giana Erminio che ha fatto seguito alle tre sconfitte in campionato. A ciò aggiungiamo gli infortuni di Marchionni, Piana e Girasole che limitano le scelte di Pea in vista del difficile incontro contro l’imbattuta Viterbese. Per cercare di violare la porta meno battuta di tutto il campionato è possibile il passaggio al 4-3-1-2 con Martinez dietro alla coppia Pesenti-Bazzoffia, centrocampo a tre con Aspas e Cavalli affiancati da Gomis o Rossini. In difesa confermati Cardin-Sall-Bini e Sane. Non se la passa molto meglio Cornacchini, criticato apertamente dal presidente Camilli dopo il rocambolesco pareggio di Gorgonzola; assente per squalifica Cuffa e per infortuni Celiento in difesa e Sforzini in attacco, l’ex bomber tascabile del Piacenza dovrebbe affidarsi al 4-3-1-2 con Mallus -Dierna-Scardala e Pacciardi in difesa,  Marano-Cruciani e Cenciarelli a centrocampo e Belcastro dietro alle punte Invernizzi e Neglia. Curiosamente si affrontano la miglior difesa del campionato (due reti subite dai laziali) ed il peggior attacco (solo cinque reti dai piacentini).

AMBALT RECANATI-ASSIGECO PIACENZA (18.00): dopo la bella netta affermazione contro la Tezenis Verona grazie ad un ottimo gioco di squadra caratterizzato da ben quattro giocatori in doppia cifra (Jones 17, Infante 14, De Nicolao e Borsato 13), i ragazzi di Marco Andreazza cercano al Palarossini di Ancona la seconda affermazione stagionale. Avversario non certo irresistibile che in campionato è reduce da due stop consecutivi contro Jesi ed Udine;  tagliato Korey Billbury ed ingaggiata la guardia americana Travis Bader, i marchigiani allenati dall’ex allenatore di Roma (insieme a Jones ha raggiunto la finale scudetto) e Sassari Marco Calvani devono rialzarsi dopo la brutta sconfitta in terra friulana e replicare l’esordio vincente con Imola. Sorrentino play, Loschi guardia, Maspero ala, Reynolds centro e Perini ala. Particolare menzione per l’ex biancorosso Federico Loschi autore sino ad ora di 17 punti-media a partita e Jarel Raynolds con 15.7 punti e 9.6 rimbalzi a partita.

ROBUR SIENA – PIACENZA (18.30): ancora imbattuta in trasferta la squadra di Franzini che scende in campo all’Artemio Franchi di Siena contro una della formazioni più in forma del campionato. Anche i bianconeri, come i piacentini, sono reduci da tre affermazioni nelle ultime quattro uscite con la perla della vittoria in extremis nel derby contro il Livorno che sembra aver galvanizzato e sbloccato tutto l’ambiente dopo le difficili prime giornate. Giovanni Colella si affida alla rodata coppia gol Marotta-Mendicino mentre nella difesa a tre ballottaggio tra Ghinassi ed il giovane Bordi, nel folto centrocampo viene recuperato Iapichino a sinistra mentre a destra dubbio tra D’Ambrosio e Rondanini; al centro dovrebbe essere confermata la triade Firenze-Doninelli-Vassallo con Gentile che scalpita dopo il gol vittoria contro il Livorno. Cesana a parte, sono tutti disponibili i ragazzi di Franzini che, nonostante il pareggio interno col Tuttocuoio,  godono di un ottimo stato di forma. Unico dubbio sulla fascia destra di difesa con l’alternativa tra il più offensivo Di Cecco e le caratteristiche di maggior copertura garantite dall’ex Renate Sciacca. Probabile ancora panchina per Titone, il quale non ha convinto appieno nell’ultima uscita di domenica scorsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento