La grande estate azzurra della "piacentina" Indre Sorokaite

La giocatrice di Nordmeccanica Volley: "Quest'Italia può andare molto lontano"

E' sempre più azzurra l'estate di Indre Sorokaite. La schiacciatrice di Nordmeccanica Volley fa parte della Nazionale di Marco Bonitta che sta ben figurando nel World Grand Prix. Dopo i positivi risultati conquistati in Turchia e in Giappone, le azzurre restano in piena corsa per un posto nella Final Six, in programma negli Stati Uniti. Decisiva sarà la tappa di Catania, dove in questo fine settimana l'Italia affronterà Belgio, Russia e Brasile.

«Sto vivendo una bella esperienza in Nazionale - sottolinea Indre, appena terminata la tappa in terra giapponese - Questo gruppo mi piace. Le cose in campo e fuori stanno andando davvero bene, i risultati ci gratificano, crediamo molto in noi stesse».

Sorokaite e il Giappone. «Mi ha fatto particolarmente piacere tornare nella terra e nel Palasport dove due anni fa avevo vinto lo scudetto - continua la schiacciatrice di Nordmeccanica Volley - Ho rivisto tante persone che avevano condiviso con me l’esperienza nipponica. E’ stato davvero emozionante. Lascio il Giappone con un po’ di malinconia perchè lì mi hanno trattato davvero bene».

Adesso l’Italia. E Catania: «Saremo in un girone molto impegnativo. Belgio, Russia e Brasile sono squadre di livello. Ma sono convinta che la nostra Nazionale se la potrà giocare alla pari con tutti anche a Catania».

«Arrivare negli Usa - conclude Sorokaite - è un mio grande sogno, la mia meta più immediata. E’ questo un traguardo raggiungibile, fermo restando che la concorrenza è di quelle davvero toste».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento