menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le pennellate di Cavalli esaltano il Pro Piacenza. E' impresa di Coppa contro il Parma

La sorpresa di fine estate arriva per mano (e dai piedi) di Gabriele Cavalli. Il centrocampista del Pro Piacenza innesca le testate di Piana e Pesenti ed affossa le speranze di qualificazione del Parma in Coppa Italia

La sorpresa di fine estate arriva per mano (e dai piedi) di Gabriele Cavalli. Il centrocampista del Pro Piacenza innesca le testate di Piana e Pesenti ed affossa le speranze di qualificazione del Parma in Coppa Italia. E’il primo risultato inatteso della stagione per i crociati che arrivano al Garilli con la tranquillità dei due risultati utili su tre per garantirsi il passaggio di turno; ma come spesso accade l’accontentarsi del pareggio puo’ portare effetti deleteri: cosi accade per i ragazzi di Apolloni che vengono castigati proprio in pieno recupero dalla maggior verve e voglia di vincere dei rossoneri di casa. Fulvio Pea rispetto al pareggio con il Piacenza inserisce Girasole in mezzo la campo variando il suo 4-3-3 in un 4-3-1-2 con l’intento di aggiungere corsa e muscoli per contrastare la maggior qualità degli ospiti in particolare limitando il raggio d’azione delle giocate del play Miglietta; conferme nell’undici base per Piana al posto di Sall come marcatore su Calaiò e di Rossini come interno di centrocampo vista anche l’assenza di Aspas. Apolloni si affida in difesa ai piedi dolci di Giorgino e Lucarelli a fianco dei muro eretto da Coly, una scelta dettata dal voler far partire la manovra sin dalle retrovie ma che comporterà inevitabili rischi sulle marcature; a centrocampo i gialloblù provano con Baraye a far saltare il bunker rossonero mentre sulla fasce sia Garufo che Nunzella non trovano spazi vista la buona copertura di Cardin e Sane. E’ quindi la temibile coppia Evacuo-Calaiò a creare i maggiori grattacapi al reparto guidato da Bini e Fumagalli, in particolare è l’ex senese a porsi in evidenza sia in apertura che nell’occasione dell’immediato pareggio alla rete del vantaggio di Pesenti, tuttavia l’infortunio dell’ “arciere” toglie buona parte della pericolosità offensiva degli ospiti che con Nocciolini in campo vedono ridursi il peso in avanti. Il Pro ha il merito di tenere il campo con estrema lucidità ed organizzazione frutto di una condizione già da campionato e di un atteggiamento tattico per nulla spregiudicato. Il calo nella ripresa del Parma, unito agli ingressi di Pugliese, Ferrara e Martinez rende più vivace il secondo tempo dei piacentini capaci di avanzare il fronte di offesa e di fiutare l’impresa concretizzata con l’incornata vincente di Piana sull’ennesima penellata sapiente di Cavalli. Per il Pro Piacenza è la prima soddisfazione stagionale con una vittoria di prestigio che da lustro ad un precampionato sino ad ora incoraggiante, il Parma deve invece fare ammenda sulle occasioni da gol sprecate e su un atteggiamento che nel corso del match si e’ fatto più accomodante e forse più supponente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento