Lega Pro, i ripescaggi: salta anche il Lecco, a sorpresa spunta il Monza

Spunta a sorpresa il Monza, mentre il Lecco saluta la Lega Pro

Spunta a sorpresa il Monza, mentre il Lecco saluta la Lega Pro. Nonostante la domanda di riammissione del patron Meregalli,  che lasciava speranza di un clamoroso balzo tra i professionisti dopo aver seriamente rischiato l’estinzione a seguito l’arresto del vecchio presidente Bizzozzero, la squadra lacustre sembra non aver i requisiti per superare l’esame della Commissione di vigilanza a causa di una fidejussione non conforme e di alcune problematiche relative allo stadio Rigamonti-Ceppi. Dopo Bellinzago,Caronnese e Campodarsego anche il Lecco quindi perde l’ultimo posto utile per essere riammesso in Lega Pro senza passare tramite la graduatoria dei ripescaggi e soprattutto evitando di pagare la tassa a fondo perduto di 250.000 euro. Sarà il Fano a prendere il posto dei lombardi in Lega Pro mentre i restanti ultimi 11 posti saranno appannaggio di Fondi, Cavese, Olbia, Forli, Taranto, Reggina, Vibonese tra le formazioni dilettantistiche (con le  sorprese Rieti e soprattutto Monza pronte ad inserirsi) ; mentre tra le fresche retrocesse Albinoleffe, Lupa Roma, Lupa Castelli Romani e Melfi sono con un piede in serie C mentre pare velleitaria e provocatoria la domanda della Pro Patria (senza fidejussione né tassa a fondo perduto). Curiosi i casi di Albinoleffe e Monza: i seriani, nonostante il regolamento vieti il ripescaggio per due anni consecutivi, sono stati inseriti ugualmente in lista con ottime probabilità di successo, evidentemente la necessità politica di forzare il format a 60 squadre,  ostacolato dai ripetuti fallimenti e rinunce di molte squadre, ha prevalso sulla logica del rispetto delle normative federali. I brianzoli, invece, rappresentano la novità dell’ultima ora ancorché non siano mai comparsi in alcune graduatoria di merito nei ripescaggi, secondo il Presidente Gravina il Monza ha ottime probabilità di iscriversi alla Lega Pro anche se a conti fatti gli 11 posti sono già occupati a meno di esclusioni dell’ultimo momento da parte della Co.Vi.Soc.. Rimane ancora la casella della Paganese da sistemare in attesa della discussione del ricorso presentato dalla squadra campana, in caso di accettazione riprenderebbe il suo posto ai danni dell’ultima in graduatoria della Serie D, vale a dire la Vibonese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento