Lega Pro, il punto. Alessandria e Cremonese si staccano: crisi per il Pontedera

Undicesimo turno di Lega Pro incentrato sulla fuga del duo Alessandria-Cremonese che sfruttano gli impasse di Viterbese, Como, Livorno, Piacenza e Renate

Undicesimo turno di Lega Pro incentrato sulla fuga del duo Alessandria-Cremonese che sfruttano gli impasse di Viterbese, Como, Livorno, Piacenza e Renate, ne approfitta solo l'Arezzo che sale al terzo posto in solitaria mentre in coda guai per Pistoiese, Pontedera, Racing e Prato. 30 reti segnate (ben 7 ad Alessandria) divise tra 19 in casa 11 in trasferta con 5 vittorie casalinghe  2 fuori casa e 3 soli pareggi. Si salva in rimonta il Como contro un'Olbia finalmente a punti lontano dall'isola, al doppio vantaggio di Capello e Ragatzu rispondo nel finale Marconi e Darmian con i lariani che mantengono inviolato il Sinigaglia; continua la rincorsa della Cremonese che in casa trova il quinto sigillo con Brighenti e Belingheri nel primo tempo, inutile la rete della bandiere nel finale del pistoiese Rovini. Dopo quattro turni di astinenza incassa i tre punti la Giana Erminio che liquida la modesta Racing Roma con Ferrari, Greselin e Bruno facendo traballare la panchina di Giannichedda ancora a zero sorrisi lontano da casa; nello scontro salvezza tra Prato e Lupa hanno la meglio i capitolini che con Maurizi in panchina stanno trovando punti importanti, e' Baldassin al 93° a siglare la vittoria dopo che La Camera aveva impattato il provvisorio vantaggio di Caruso. Nel big-match pareggio tra Viterbese e Livorno, Neglia risponde all'amaranto Murilo per un pareggio che scontenta entrambe le formazioni a secco di vittorie da tre turni; quinta affermazione casalinga per l'Arezzo che chiude la pratica Renate nel primo tempo con Polidori, Foglia e Grossi con, in mezzo,  il provvisorio 1-2 di Anghileri. Colpo a sorpresa della Carrarese che continua la sua rimonta in classifica, è Rolfini nella ripresa ad infliggere al Piacenza la prima sconfitta esterna stagionale; unico 0-0 domenicale quello tra Pro Piacenza e Lucchese con gli ospiti fermati più volte dai miracoli del portiere di casa Fumagalli. Pirotecnico 5-2- tra Alessandria e Siena con i grigi che scattano sul 2-0 (Marras e Gonzalez) per poi farsi recuperare da Mendicino e Bunino, ancora Gonzalez e la doppietta di Bocalon ristabiliscono le gerarchie in campo; nel derby di Pontedera affermazione al fotofinish del Tuttocuoio che inguaia la panchina di Indiani con la rete di Borghini al 94° preceduta dal pareggio di Polvani e dalla quinta rete stagionale del neroverde Shekiladze. In classifica marcatori la coppia Bocalon-Gonzalez raggiunge il lucchese Forte a quota 8 mentre si avvicina anche il cremonese Brighenti con 7 centri. Incontro più seguito quello tra Alessandria e Siena con 3666 spettatori seguito da Cremonese-Pistoiese(2946), spalti più deserti per Pro Piacenza-Lucchese (465) e Giana-Racing (507). Prossimo turno con  riflettori accesi sul posticipo tra Piacenza (19)-Como (19) e sulla sfida delle provinciali terribili Renate (17)-Giana(16).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento