Lega Pro, il punto. Crollano Cremonese e Livorno. In fondo salta la panchina di Acori

Una sesta giornata di Lega Pro incentrata sui bruschi stop di Livorno e Cremonese che vedono allontanarsi sempre di più l’Alessandria, ora a +5 sulla seconda

FOTO DELPAPA pagina Faebook PIACENZA CALCIO

Una sesta giornata di Lega Pro incentrata sui bruschi stop di Livorno e Cremonese che vedono allontanarsi sempre di più l’Alessandria, ora a +5 sulla seconda, mentre continua a stupire la Viterbese al terzo posto ed ancora imbattuta con la migliore difesa di tutti i campionati. In fondo sempre più in difficoltà il Prato ancora a due punti e che vede il primo esonero stagionale con Malotti al posti di Acori e la Lucchese ancora a secco di vittorie. 23 reti segnate nel turno con 16 marcature interne e solo 7 reti in trasferta ma che sono valse 3 vittorie a fronte dell 5 casalighe e di un unico pareggio. Nel big-match di giornata il Piacenza fa suo il derby con la Cremonese grazie alla doppietta di Taugourdeau (capocantiere del campionato) a cui risponde il parziale recupero di Scappini; sopresa anche dalla Sardegna dove l’altra favorita del campionato, il Livorno, incappa nella seconda sconfitta in stagione trafitta nel finale dalla rete del difensore Miceli. Salta la panchina di Prato dove la doppietta del senese Marotta condanna ancora i lanieri all’ultimo posto in graduatoria, inutile l’assalto nella ripresa con la marcatura di Moncini; sorpresa anche dal derby di Roma dove la Racing sconfigge la Lupa per 2-0 con Massimo in apertura e la rete nel finale di Shainas, per i capitolini di Giannichedda è la seconda vittoria stagionale. Non si arresta la Viterbese, l’incredibile tripletta di Marano, subentrato nella ripresa e capace in 32 minuti di segnare il match contro il Renate, consegna ai laziali la terza vittoria ed un inatteso terzo posto in classifica; torna al sorriso la Giana Erminio che espugna Pontedera con la rete di bomber Bruno, per il Tuttocuoio di Fiasconi e’ la seconda sconfitta consecutiva. Dopo tre stop, riprende a fare punti il Pro Piacenza, è il rigore di Cassani ad infliggere il primo dispiacere stagionale ad Indiani ed al suo Pontedera; netto capitombolo della Carrarese che esce sommersa da un 3-0 in casa della Pistoiese, di Gyasi-Hamili-Rovini le firme della prima vittoria degli arancioni. Non riesce ancora ad affermarsi la Lucchese: contro l’Arezzo non basta il doppio vantaggio firmato da Bruccini e Terrani, di Moscardelli e Polidori le marcature per gli aretini; tutto facile per l’Alessandria che con le reti di Bocalon e Mezavilla regola con facilità il Como per il sesta vittoria consecutiva. Nei marcatori comanda un quintetto a 4 reti composto dagli attaccanti Bruno (Giana), Shekiladze (Tuttocuoio), Gonzalez (Alessandria), Brighenti (Cremonese) con l’inserimento del piacentino Taugourdeau. Match più seguito della  giornata quello di Cremona con 5180 spettatori seguito da quello di Alessandria (4005), meno pubblico a Roma con 150 presenze e per Tuttocuoio-Giana (347). Prossimo turno con fari accesi su Alessandria(18)-Cremonese(13) e su Giana (10)- Livorno( 10).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento