Lpr, bottino pieno a Monza. Il quinto posto è blindato

La Lpr Piacenza blinda il quinto posto alla fine del girone di andata: sarà Molfetta ad incrociare la Lpr negli ottavi di Coppa

La Lpr Piacenza blinda il quinto posto alla fine del girone di andata, una prima parte di stagione in crescendo per i biancorossi, inizialmente in difficoltà per le varie assenze e con un sestetto da registrare ma, col passare delle giornate, in netto progresso sino a terminare a ridosso delle primissime. Nemmeno la Gi Group Monza è riuscita a fermare la corsa di Piacenza che, trasferta di Vibo a parte, si è affermata contro tutte le formazioni di centro e bassa classifica. Sarà Molfetta ad incrociare la Lpr negli ottavi di Coppa, antipasto di quello che potrebbe essere un quarto di finale di tutto rispetto contro Perugia, ultimo ostacolo verso l’eventuale Final Four di Bologna. Quello del PalaIper di Monza era un vero e proprio spareggio per la quinta piazza, ma Piacenza è riuscita ad imporsi nettamente per 3-1  nonostante un secondo set da dimenticare e perso per 25-16; la forza dei piacentini è proprio quella di riuscire a mantenersi ad alti livelli nonostante qualche passaggio a vuoto, merito delle straordinarie qualità offensive di alcuni suoi attaccanti, determinati contro la Gi Group anche dai nove metri. Piacenza ha infatti attaccato di squadra con un importante 54% grazie a Hernandez (26 punti e 68%) e Marshall (16 punti e 58%), meglio di Clevenot stavolta non positivo in ricezione (26% di perfetta) ma sufficiente in attacco con 11 punti ed il 56%; Monza ha sofferto la battuta di Piacenza subendo 9 aces (ben 5 di Hernandez) contro i soli 4 servizi vincenti (2 Hirsch) mentre in attacco ha chiuso con un 47% grazie soprattutto ai 19 punti dell’opposto (47%) ed ai 13 di Fromm (con il 52% di positività) con l’altro martello Botto meno impegnato con soli 6 punti ed il 42%. Sostanziale equilibrio negli altri fondamentali con 6 muri per parte (2 Fromm e Hirsch per i lombardi, 2 per la coppia Hernandez-Hierrezuelo) ed una ricezione al 35% per i padroni di casa (50% il libero Rizzo, 37% Botto e 33%Fromm), leggermente superiore al 31% degli emiliani con il 36% di Papi, il 30% di Marshall ed il 26% di Clevenot. Ora la Lpr potrà concentrarsi con l’abbordabile debutto europeo contro lo Stroitel Minsk, il quarto di Coppa Italia con Molfetta ed un piccolo tour de force con il trittico di campionato Perugia-Civitanova-Verona, impegni questi che ci potranno confermare se Piacenza può ulteriormente alzare le mire verso le prime quattro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento