Lpr, è sfida Cev contro Innsbruck. All'orizzonte c'è Trento

Primo impegno dell'anno per la Lpr Piacenza che ospita nei sedicesimi di Coppa Cev gli austriaci dell'Hypo Tirol Innsbruck

Primo impegno dell’anno per la Lpr Piacenza che ospita nei sedicesimi di Coppa Cev gli austriaci dell’Hypo Tirol Innsbruck. I biancorossi arrivano a questo confronto dopo la rinfrancante vittoria contro Molfetta nella quale hanno saputo reagire alla sconfitta nel primo set con tre parziali finali giocati con un elevato livello di intensità agonistica e tecnica. Tutto ciò nonostante le tre sconfitte consecutive in campionato ed una condizione fisica non ottimale; per stasera Giuliani dovrebbe recuperare sia Marshall che Papi mentre per Tencati ci vorrà ancora qualche giorno di riposo, attenzione è ovviamente anche rivolta all’impegno di domenica al PalaTrento, per cui sarà importante dosare gli uomini in vista del doppio confronto. La formazione austriaca, relativamente di giovane età con una fondazione avvenuta nel 1997, ha comunque una buona tradizione internazionale: 7 campionati austriaci, 5 coppe d’Austria (la prima nel 2004), e due vittorie nel campionato mittel-europeo della Mevza (che raggruppa le migliori formazioni di Croazia, Slovenia, Slovacchia, Ungheria, Rep. Ceca ed Austria) ma soprattutto una Final Four di Champions League sfiorata la golden set contro Bled nel 2010. Per Piacenza un impegno senz’altro più elevato rispetto ai sedicesimi contro Minsk, i tirolesi arrivano dopo due turni preliminari di Champions con la vittoria sui modesti israeliani dell’Hapoel Mater Asher, liquidati con un doppio 3-1, e la doppia sconfitta nei confronti dei forti ed esperti tedeschi del Friedichschafen (3-1 e 3-2) i quali hanno fermato la corsa dei blu alla fase a gironi della massima competizione europea. Allenati dal giovane tecnico rumeno Daniel Gavan, i tirolesi sono composti da giocatori di casa con una rappresentanza estone e brasiliana. Attaccante principale è il baltico Renee Teppan capace nell’andata contro i tedeschi di ben 18 punti in 4 set, in diagonale il palleggiatore austriaco Alexander Tusch; in diagonale di posto 4 il russo Stanislav Masliev e l’estone Martti Juhkami mentre i centrali sono tutti brasiliani con Douglas Sousa da Silva e Pedro Frances con l’altro carioca Lucas Provenzano come libero. I biancorossi si trovano dunque una squadra senza stella di caratura internazione ma comunque ben amalgamata soprattutto in attacco ed al servizio mentre concede qualcosa in ricezione ad muro, l’obiettivo sarà quello di cercare di portare a casa l’intera posta dei tre punti (vincendo quindi 3-1 o 3-0) per affrontare il ritorno all’Olympiahalle di Innsbruck con più risultati a disposizione. In caso di passaggio di turno la Lpr andrebbe ad affrontare negli ottavi di finale la vincente di Galati-Novi Sad con il concreto rischio all’orizzonte della sfida fratricida con Trento negli ipotetici quarti di finale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento