menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lpr, tre schiaffi a Ravenna per tornare a sorridere

Prima vittoria del 2016 per la Lpr Piacenza Volley

Vedere una vittoria dell’Lpr e’ merce rara quest’anno, assistere ad un  3-0 casalingo lo e’ ancor di piu’. In un solo colpo i ragazzi di Giuliani si riprendono con cinque mesi di astinenza,  il proprio palazzetto tornando a vincere dopo il rotondo ed unico sucesso stagionale su Milano. Con la netta vittoria sulla Cmc Ravenna l’Lpr torna in corsa anche per la vittoria nella Pool Challenge che le garantirebbe un accoppiamento piu’ morbido nel play-off per il quinto posto. Giuliani si affida a quello che ormai e’ il sestetto basu su cui si finira’ la stagione: Tavares al palleggio, Kohut-Tencati al cento, Perrin-Zlatanov alla banda con Luburic opposto e Papi libero. Piacenza ha avuto il merito di mantenere un livello costante di gioco per tutto l’incontro senza andare incontro agli evidenti cali di ritmo, in  prima linea, che hanno accompagnato i biancorossi per tutta l’annato. Vinto il primo set ai vantaggi, i padroni di casa si sono confermati anche nei restanti parziali su ottime percentuali offensive con Piacenza stabilmente sopra il 50%, da segnalare la prestazione di Perrin autore di 20 punti, 3 muri ed una ricezione perfetta al 50%; insieme al canadese, autentico trascinatore di Piacenza, bene anche Kohut con 11 punti, 4 muri, 2 aces ed il 63% in attacco.  A corrente alternata gli altri schiacciatori di palla alta con Zlatanov che ha chiuso con 11 punti ed il 25% in difesa e Luburic con 10 punti ed il 41% in attacco. A livelli di squadra l’Lpr si e’ ben comportata a muro (14 contro i 3 di Ravenna) ed in battuta (4 a 0) creando spesso con questi due fondamentali i break decisivi tra le due squadre, che invece sono parse maggiormente in equilibrio negli altri fondamentali. La squdra di Kantor vive ancora con le scorie di una sorprendente esclusione dai play-off scudetto maturata con 4 sconfitte nel finale di regular season ed e’ reduce dal passaggio a vuoto interno con Milano all’esordio nella post-stagione, l’assenza dello schiacciatore Van Garderen non fa altro che acuire le difficolta’ di un sestetto che ha nel posto 2 Torres il terminale offensivo principale. La Cmc soffre in particolare, come detto, in battuta ed muro, mentre gioca alla pari con Piacenza sia in attacco (54%) che in ricezione (41%) anche se nel set finale cala nettamente in seconda linea subendo anche due aces diretti. Con questa affermazione l’Lpr puo’ guardare con maggior fiducia nel prossimo match in casa della Revivre (gia’ sconfitta per due volte in stagione) cercando il miglior piazzamento in vista del tabellone Challenge. La stagione per Piacenza puo’ regalare ancora qualche soddisfazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento