Lpr Volley, la società alle spalle della squadra si è ben strutturata

Nei giorni scorsi è stato raggiunto un traguardo in casa Lpr Volley. C'è l'intenzione di mettere in campo le rispettive competenze, i talenti e le conoscenze per raggiungere obiettivi di continuità nel medio lungo termine, con un occhio di riguardo anche al settore giovanile

29 luglio 2015 ore 18.00, Rottofreno (PC). Presso la sede della LPR srl, davanti al notaio Dott. Raffaello Bianco, al commercialista Dott. Guido Cagnani e all'avvocato Dott. Stefano Zucchi, è stata costituita ufficialmente  la nuova compagine sociale della Biancorosso Volley ssd rl. Il patto d'onore annunciato in sede di conferenza stampa, il 13 luglio 2015, è stato concretizzato e perfezionato: i nuovi soci della Biancorosso Volley ssd rl, i proprietari della LPR Volley, sono: Luciano Arici per il 40%, Roberto Pighi per il 40% e Guido Molinaroli per il 20%. Per la formalizzazione delle cariche societarie si dovrà attendere ancora qualche giorno, giusto i tempi tecnici/giuridici ma possiamo comunque anticipare che vedranno Guido Molinaroli riconfermato Presidente, Stefano Arici  e Roberto Pighi Amministratori Delegati e Roberto Pighi Presidente Onorario. 
Ieri sera è stato raggiunto indubbiamente un grande traguardo: la formazione di una compagine societaria che ha tutte le intenzioni di mettere in campo le rispettive competenze, i  talenti e le conoscenze per raggiungere obiettivi di continuità nel medio lungo termine, con un occhio di riguardo anche al settore giovanile. 
"Il lavoro è iniziato da subito" - sono le parole di Roberto Pighi - "dalla mattina successiva alla conferenza stampa, ho preso contatti con le mie storiche conoscenze nel settore dell'acciaio in cui ho lavorato per 30 anni a livello mondiale e con le quali ho mantenuto ottimi rapporti, per cercare le collaborazioni e le risorse che ci servono per sviluppare la nostra realtà sportiva; l'aver formalizzato l'accordo ha rappresentato un passo molto importante, una marcia in più per quel che riguarda la solidità e la credibilità della società. Questo ci permette di spaziare su più fronti sia a livello nazionale che internazionale e, sono fiducioso sul fatto che, il nostro progetto incontrerà il favore di realtà importanti, che potranno a loro volta beneficiare della visibilità che la LPR Volley è in grado di garantire nel prossimo futuro. Vivo quanto impegno con responsabilità e serietà e soprattutto con la consapevolezza di poter contare su collaboratori, altrettanto coinvolti e competenti: se io posso vantare conoscenze e credibilità in ambito industriale e bancario, la famiglia Arici fa altrettanto mentre Guido Molinaroli e Gabriele Cottarelli sono una sicurezza nell'ambito sportivo manageriale e tecnico. Alle istituzioni cittadine, ai nostri tifosi e ai giovani atleti in erba mi sento di dire che stiamo facendo del nostro meglio per dare al loro sport e alla loro squadra la possibilità di continuare a vivere, crescere, dare soddisfazioni, emozioni e divertimento. Naturalmente abbiamo bisogno anche che loro continuino a seguirci e a sostenerci, ma anche su questo aspetto sono fiducioso".
Il Presidente non nasconde la propria soddisfazione: "Sono molto contento che l'impegno si sia concretizzato. Ho una grande stima delle persone che hanno deciso di iniziare a condividere con me questa avventura, certamente impegnativa ma anche emozionante e che può dare tante soddisfazioni. Oggi sento di non essere solo, di poter contare sulla collaborazione e la partecipazione di imprenditori affidabili e competenti e che, avendo deciso di scommettere in modo significativo sul progetto, faranno di tutto perchè questo viva, cresca e duri nel tempo. La collaborazione è a 360°, è partita alla grande e stiamo lavorando con impegno e determinazione per trovare le risorse necessarie per affrontare una stagione che, purtroppo, ha risentito delle tristi vicissitudini di quella appena conclusa. Come già anticipato in occasione della conferenza stampa del 13 luglio, dal punto di vista tecnico e sportivo, visti i tempi, abbiamo fatto il possibile e, lo stiamo ancora facendo, per creare una squadra equilibrata, che ci possa far divertire e dare anche qualche soddisfazione. Personalmente sono già molto contento di essere in Superlega, lo considero un grande traguardo così come considero molto positivo il fatto di aver trovato dei soci con cui poter lavorare in maniera produttiva per obiettivi a medio-lungo termine. Sono certo che anche i nostri tifosi e appassionati saranno in grado di comprendere e apprezzare il nostro lavoro e che continueranno a credere e a sostenere la nostra squadra"
Anche da parte  della Famiglia Arici, c'è entusiasmo e tanta voglia di fare. Poche parole ma concrete e solide da parte dei patron di uno fra i player più importanti al mondo nel settore dei sistemi frenanti: "Partecipiamo con il 40% ma è come se avessimo acquistato il 100%. Il nostro impegno è totale e serio. Ci siamo assunti un impegno importante investendo anche come sponsor e abbiamo tutta l'intenzione di farlo fruttare, di fare bella figura e di divertirci. Nonostante i tempi strettissimi e le limitate opportunità che offriva il mercato al momento in cui abbiamo concluso l'accordo, siamo riusciti ad allestire una squadra competitiva e ambiziosa che potrà giocare con tranquillità; quella tranquillità che è mancata la scorsa stagione e che certamente ha inciso anche sulle prestazioni. Ci siamo avvicinati al mondo del volley lo scorso anno e nonostante la stagione sia stata piuttosto deludente, abbiamo deciso di riprovare, alzando la posta perchè crediamo nella squadra che abbiamo realizzato - (ndr: Pighi - Molinaroli - Arici - Cottarelli) e perchè il mondo del volley è bello, sano e coinvolgente."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento