rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Mondiali assoluti in vasca corta: Carini 13esimo nei 200 farfalla, finale sfiorata per otto decimi

L’atleta piacentino allenato da Gianni Ponzanibbio e da Emanuele Merisi, tesserato per la Vittorino da Feltre e per il Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, ha infatti concluso al tredicesimo posto la gara dei 200 farfalla, fermando il cronometro su 1’53”,92

Pur senza riuscire a centrare la finale che assegna le medaglie, Giacomo Carini ha concluso la sua prima gara ai Mondiali assoluti di nuoto in vasca corta, in corso di svolgimento a Windsor, in Canada, con un risultato estremamente positivo. L’atleta piacentino allenato da Gianni Ponzanibbio e da Emanuele Merisi, tesserato per la Vittorino da Feltre e per il Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, ha infatti concluso al tredicesimo posto la gara dei 200 farfalla, fermando il cronometro su 1’53”,92, migliorando di 6 centesimi di secondo il proprio primato e firmando anche la miglior prestazione italiana stagionale.

Un risultato estremamente positivo che non ha però permesso al giovane campione piacentino di centrare la finale per le medaglie a cui hanno avuto accesso, dopo le sei batterie di qualifica, gli atleti che hanno fratto segnare i primi otto tempi. Carini, che si è confrontato con i cinquanta migliori specialisti dei 200 farfalla in vasca corta, ha fatto registrare un cronometro di appena otto decimi di secondo oltre l’ottavo tempo, cioè l’ultimo lasciapassare per poter accedere alla finale. Tredicesimo a livello mondiale, quindi, ma quinto in un ipotetico ed informale ambito europeo dato che solo quattro dei dodici nuotatori che hanno fatto segnare un tempo migliore di quello di Carini appartengono al “vecchio continente”.

“Sono passato un po’ lento nei primi 100 metri perché avevo paura di morire nel finale - ha dichiarato Carini subito dopo la sua prima gara iridata - la forza c'è, ma la condizione non è ancora al massimo. Sono soddisfatto di questa prova, anche se so che avrei potuto fare qualcosina di più. Ho rotto il ghiaccio, ma adesso voglio far bene nei 100 farfalla”.

Già domani, infatti, il giovane campione piacentino tornerà di nuovo in vasca per i 100 farfalla, gara sulla carta ancora più difficile di quella dei 200, ma l'entusiasmo e la buona prestazione sfoderata oggi lasciano comunque ben sperare. “Giacomo - commenta il tecnico biancorosso Gianni Ponzanibbio - è uno dei nuotatori più giovani di questi campionati mondiali e pur essendo alla sua prima gara iridata ha dimostrato ancora una volta di essere un grande atleta. Ha conquistato un ottimo tredicesimo posto e, soprattutto, è riuscito a migliorarsi abbassando il suo personale. Ha dimostrato di avere carattere e grandi doti tecniche”. “Ancora una volta - evidenzia il Presidente della Vittorino Sandro Fabbri - Carini ha saputo regalare gloria e prestigio alla nostra città, alla nostra società e allo sport piacentino. Siamo onorati che un così grande campione difenda, oltre a quelli azzurri, anche i colori della Vittorino da Feltre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiali assoluti in vasca corta: Carini 13esimo nei 200 farfalla, finale sfiorata per otto decimi

IlPiacenza è in caricamento