menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso della Nino Bixio

L'ingresso della Nino Bixio

Nino Bixio, bocciata in consiglio la proposta di vendere gli immobili

Respinta in maniera unanime la proposta di due soci che avevano puntato il dito su una "situazione finanziaria grave". Il consiglio direttivo: «Si è posto finalmente fine a una vicenda a dir poco sconcertante»

«L'assemblea dei soci della Nino Bixio convocata il 22 novembre scorso ha respinto con voto pressoché unanime la proposta avanzata dai soci Losi e Peveri che avevano illustrato la proposta direttamente alla stampa prima di discuterne in Consiglio e in Assemblea, affermando che che la Nino era in una situazione finanziaria talmente grave che l'unica soluzione per uscirne sarebbe stata la vendita degli immobili sociali». Lo afferma una nota firmata dal consiglio direttivo della Nino Bixio.

«L'assemblea, con questo voto - afferma il consiglio direttivo - ha inteso salvaguardare il presente e il futuro di una società che ha una storia, una tradizione, ma che soprattutto guarda avanti. Si è chiusa una pagina amara che non ha fatto certamente bene alla Nino. Si è posto finalmente fine a una vicenda a dir poco sconcertante. Questi articoli quando sono apparsi sugli organi di informazione hanno provocato danni all'immagine della Società stessa e dubbi tra gli associati. Con l'Assemblea scorsa la Società Canottieri Nino Bixio ha avuto conferma da parte di tutti i soci che si sta cercando di ritrovare e riaffermare la propria identità in un panorama difficile, ma nel quale la Nino Bixio ha sempre avuto, ha e avrà un proprio spazio».

«E' una associazione storica che tra pochi mesi compirà 130 anni e va trattata con delicatezza e con garbo, usando il riguardo che si dovrebbe avere nei confronti di una vecchia signora. La Nino Bixio non è una azienda che deve produrre utili, è un'associazione dedicata all'avviamento allo sport dei ragazzi, un luogo di ritrovo per le famiglie, dove fare attività sportiva, ma anche relax e semplicemente trascorrere il tempo libero. Si trova in una posizione unica e meravigliosa e deve fornire servizi adeguati alla sua vocazione: lo farà, come sta facendo e come ha sempre fatto. Il segnale più forte è così arrivato con il pronunciamento dell'Assemblea, che ha riempito di soddisfazione l'intero Consiglio direttivo e i tanti iscritti che vogliono profondamente bene alla Nino».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento