Piacenza contro la portafortuna Revivre. Lpr alla caccia del tris in campionato

Piacenza riprende la sua marcia in campionato ospitando al Palabanca alla Revivre Milano, formazione che ai piacentini porta evidentemente fortuna; lo scorso anno fu infatti en-plein di vittorie per i biancorossi che in una stagione avarissima di soddisfazioni sono stati in grado di superare per ben tre volte i meneghini

Piacenza riprende la sua marcia in campionato ospitando al Palabanca alla Revivre Milano, formazione che ai piacentini porta evidentemente fortuna; lo scorso anno fu infatti en-plein di vittorie per i biancorossi che in una stagione avarissima di soddisfazioni sono stati in grado di superare per ben tre volte i meneghini (due in campionato, una nei play-off challenge). L’Lpr arriva alla sesta giornata (in realtà solo cinque giocate) con il morale a mille dopo i due tie-break vinti allo sprint contro Verona e Molfetta: quattro punti in graduatoria che hanno portato Piacenza a ridosso del treno di vertice ma che soprattutto hanno conferito slancio ed autostima ad un gruppo che, causa infortuni ed assenze, aveva affrontate gli incontri iniziali con Perugia e Civitanova non al meglio della condizione. Ora la situazione pare risolta con l’ingresso in pianta stabile di Marshall ed il pieno recupero di Yosifov con Giuliani chiamato a dare equilibrio ad un sestetto che deve fare i conti anche con i regolamenti. In attesa del pieno recupero di Parodi, uomo destinato ad essere titolare in diagonale con Marshall ma per ora utilizzato solo in seconda linea, l’allenatore marchigiano deve alternare a turno Papi, Clevenot e Zlatanov mutando drasticamente l’aspetto della sua squadra. Se con Verona era stato Papi a dare equilibrio permettendo a Marshall di concentrarsi prevalentemente sul gioco di attacco, a Molfetta l’ingresso di Clevenot è risultato decisivo soprattutto in prima linea con il francese autore della miglior prova da quando è arrivato in Emilia. Contro Milano è probabile che siano proprio queste le scelte inziali di Giuliani con Tencati ed Alletti al centro e Clevenot alla banda. La Revivre arriva al Palabanca con lo stesso bottino di Piacenza ma con qualche problema fisico: fuori lo schiacciatore Skrimov rimpiazzato da Dennis; da valutare le condizioni del giovane palleggiatore Sbertoli, out contro la Lube e sostituito dall’ex Boninfante mentre domenica scorsa sono mancati anche De Togni e Starovic costringendo Monti a schierare Dennis in posto 2. Sarà dunque una Milano completamente da decifrare quella che arriverà sabato sera a Piacenza con i ricevitori Hoag e Dennis possibili unici punti di riferimento offensivi per i lombardi reduci da quattro stop consecutivi dopo l’exploit iniziale di Molfetta. L’Lpr vista nelle ultime uscite è assolutamente in grado di fare per la prima volta in stagione bottino pieno a patto di confermare quanto di buono mostrato sino ad ora come capacità di rimanere in partita per tutto il match, migliorando al contempo la continuità nella fase cambio-palla ed elevando l’aggressività nella correlazione battuta-muro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento