Oggi si gioca Livorno-Piace, per i biancorossi la posta in palio è altissima

Oggi, 14 maggio, nella terz'ultima giornata di campionato per la serie B, si gioca Livorno-Piacenza. Per entrambe le squadre la posta in palio è altissima. Ecco le possibili formazioni e il prepartita

Oggi 14 maggio, terz'ultima di campionato per la serie B ed il Piacenza si appresta ad una prevedibile battaglia allo stadio Armando Picchi di Livorno. La posta in gioco per entrambe le squadre è altissima ed arcinota. Dopo la vittoria della Reggina a Bergamo, per il Livorno è l'ultima occasione per restare agganciato all' ipotesi di qualificazione per i Play-off, per i biancorossi è imperativo cercare quanto prima di raggiungere i 50 punti per poter sfuggire di striscio la "dequalificazione" ai Play-out, considerando ormai rimandata, si spera a divinis, la retrocessione diretta.

LA SETTIMANA - La truppa di Armando Madonna si presenta quasi al gran completo considerando infortunati e gli squalificati Piccolo e Cacia, ma non è presumibile che la formazione anti-Livorno sarà molto dissimile da quella di sabato scorso. La settimana è trascorsa senza particolari patemi, ma alcune cose sono comunque accadute. Intanto, il nostro fantasista Guzman deve aver deciso che Piacenza è una città che merita il ricongiungimento famigliare, visto che suo fratello è giunto appositamente per frequentare il Conservatorio Nicolini. In secondo luogo, siamo venuti a conoscenza dei legittimi sogni nel cassetto di Piccolo. In terzo luogo, c'é stata la conferenza stampa del centravanti Guerra che resta probabilmente il mistero della stagione in corso.

Fedele alla scelta di compattare le forze per raggiungere l' obiettivo salvezza diretta, non ci si dilungherà sulle perplessità riguardo la prova contro il Sassuolo, restando accertati due elementi. Primo, la società si sta comportando come un buon padre di famiglia. Una volta deciso di puntare a priori sul possibile talento piacentino, lo espone e lo protegge con affettuosa meticolosità. Secondo, ricordiamoci che ci sono state altre occasioni in cui i tifosi hanno immortalato giocatori ed allenatori per un limitato e circoscritto episodio che però valse, valeva e vale per sempre. In primis, Simonini, l'uomo del gol decisivo di Cosenza, non aveva fatto impazzire follemente nelle sue precedenti 18 apparizioni durante la cavalcata trionfale degli uomini di Cagni, ma fu lui che mandò 13mila persone allo stadio in piena notte. In secundis, Iachini trascorse tre anni tra alti e bassi, ma fu lui l'allenatore che finalmente fece trionfare il Piacenza a Cremona.

Si potrebbe poi pensare a tal Compagno che, a fronte di un campionato di Serie B deludente, un pomeriggio si svegliò sudamericano e da solo in pratica stese il Padova consegnando a Iorio e Roccatagliata i tre gol che permisero ai tifosi ancora molto numerosi dell' epoca di sperare ( vanamente) in una salvezza targata Attilio Perotti. Poi si potrebbe citare Crialesi che tante soddisfazioni diede ai tifosi nel primo anno, quanto delusioni nel secondo, al punto di guadagnarsi l' appellativo di "Puffo triste". Oppure, dedicato agli "anta", un Cattai mediano totalmente fuori di testa che giocava divinamente 20 minuti: se in quel periodo il Piacenza di Leo Zavatti segnava, la partita era praticamente vinta, altrimenti Cattai smetteva di giocare (proprio come Gigi Meroni, George Best e Mario Balotelli) e per il Piacenza era spesso buio totale. E si potrebbe continuare con Fratus, Anniballi, D' Adda, ecc Quindi, per la legge dei grandi numeri, potrebbe essere vicina l'ora di Guerra ed, in cuor nostro, ce lo auguriamo tutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FORMAZIONI - L'arbitro designato è il Sig. Tommasi di Bassano del Grappa, il quarto uomo è stato sostituito in extremis (da Bietolini a Mariani), mentre il nostro amico Nasca (Torino-Piacenza) si esibirà domenica a Grosseto. Formazioni. Il Livorno si presenta con 21 convocati e un Novellino in panchina molto meno spavaldo del solito. In porta De Lucia offre molte concrete speranze ai tentativi biancorossi; in difesa ritroviamo l' ex biancorosso ed ex sampdoriano Miglionico con Antunes, Kenezevic e probabilmente Lambrughi; a centrocampo Schiattarella, Barusso, Iori ed uno tra Parravicini e Prutsch; in attacco un talento a corrente molto alterna come Tavano e Danilevicius, reduce dall' aver, come coniò il vero Brera, uccellato il portiere Pinna a Pescara. Il Piacenza, verosimilmente come detto, non si discosterà molto da quello vittorioso con il Sassuolo. Difesa titolare al completo con Cassano-Zenoni-Gervasoni-Anaclerio a sinistra ed il riconfermato, a furor di Madonna, Rickler; a centrocampo, oltre i soliti tre Bianchi-Cofie-Catinali,ci dovrebbe essere Avogadri; in attacco Guzman e Guerra. Alcuni appunti finali. Il Livorno porterà a vedere la partita le scuole di primo grado e proseguirà nella destinazione percentuale dell' incasso al Fondo per le Cure Palliative. Di contro, come si fa a non dubitare della regolarità del Campionato se fino all'ultimo ci sono anticipi e posticipi proprio a noi che per non aver giocato in contemporanea Milan-Reggiana e Parma-Piacenza, retrocedemmo scandalosamente dalla Serie A. Non diciamo null'altro di più perché le dita sono già scaramanticamente annodate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento