menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza, sfida dal pronostico chiuso contro la Racing Roma

Pronostico chiuso per la prossima sfida al Garilli, il Piacenza ospita infatti la Racing Roma, formazione capitolina all’ultimo posto in graduatoria con soli 8 punti in coabitazione con il Prato

Pronostico chiuso per la prossima sfida al Garilli, il Piacenza ospita infatti la Racing Roma, formazione capitolina all’ultimo posto in graduatoria con soli 8 punti in coabitazione con il Prato. La squadra di Giannichedda appare come vittima predestinata dei biancorossi, sia per il netto divario di valori in campo e di classifica (17 punti) ma anche per il “raccapricciante” rendimento in trasferta dei gialloverdi capaci di inanellare 8 sconfitte consecutive senza mai fare punti; a controbilanciare il tutto vi sono le due vittorie ed i due pareggi tra le mura amiche a rendere meno pesante una classifica comunque assolutamente problematica. Appena 4 reti realizzate e ben 19 subite per i laziali capaci di inanellare contro Giana, Olbia e Pro Piacenza un filotto di sconfitte per 0-3 per una squadra che non segna in trasferta da due mesi esatti e che non vince dal derby contro la Lupa del settembre scorso. Tutti indicatori che lasciano pensare ad una domenica tranquilla per i biancorossi reduci dalla sofferta ma significativa affermazione nello scontro fratricida contro il Pro, una vittoria che ha riportato il sorriso dopo due stop consecutivi ma che non ha ancora visto il miglior Piacenza; sono ancora troppe le occasioni sprecate da rete nonostante il buon gioco prodotto: i ragazzi di Franzini infatti non segnano ormai da tre partite (escludendo l’autogol di Sall) e domenica dovranno fare i conti con le assenze dei due cambi naturali a livelli di centrocampo ed attacco. Mancheranno per squalifica sia Titone che Cazzamalli, mancanze che riducono di molto la possibilità di varianti a livello offensivo con gli scontati rientri di Matteassi sull’out di destra (ancora alle prese con la microfrattura al piede) e Saber in mediana; maggiori scelte in difesa con la possibilità di presentare Di Cecco come terzino, visto le sue notevoli qualità di spinta contro una Racing probabilmente abbottonata intorno al 3-5-2. Giannichedda è solito presentare un centrocampo folto con Ricciardi perno centrale, Maestrelli e Steri interni con Proietti e Selvaggio larghi sulle fasce, in difesa davanti  a Savelloni giocano l’esperto Vastola affiancato da Macellarii e e Caputo; speranze offensive delegate al duo Loglio e De Sousa con la pantera italo-angolana pericolo numero uno per la difesa piacentina (4 gol realizzati). Rispetto alla netta sconfitta subita al Garilli tre settimane or sono, figlia soprattutto delle gravi disattenzioni difensive dei portieri Savelloni e Lazzari nonché degli errori sottoporta di Loglio, gli ospiti dovrebbero rinunciare a Vona in difesa e Shahinas a centrocampo per cercare di arginare l’emorragia di punti e di reti subite. Nelle ultime giornate i romani sono stati capaci di fermare nel proprio stadio sia l’Alessandria che la Lucchese sfiorando contro i grigi la clamorosa vittoria, il tutto però vanificato da evidenti limiti di personalità in trasferta; il Piacenza dovrebbe dunque facilmente sfruttare il turno casalingo a patto che vi sia un giusto approccio iniziale al match, evitando di abbassare i ritmi di gioco in spazi che saranno visibilmente ridotti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento